Home News Coronavirus Cingoli, dramma nella casa di riposo: morto anche un medico

Coronavirus Cingoli, dramma nella casa di riposo: morto anche un medico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:57
CONDIVIDI

Il dramma nella casa di riposo di Cingoli: contagi da Coronavirus, tre vittime all’interno, morti anche un medico e un volontario Croce Rossa.

(ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Sono 244 i nuovi casi di Coronavirus nelle Marche, con un totale di quasi 2000 contagiati: questi gli ultimi dati diffusi poco fa. In particolare, qui il contagio è esploso nel pesarese, ma oggi la vera emergenza è a Cingoli, nel maceratese.

Leggi anche –> Coronavirus Roma: stretta sui controlli e posti di blocco – VIDEO

Qui infatti il contagio si è diffuso all’interno di una casa di riposo e sono in tutto una cinquantina i casi accertati su tutto il territorio comunale. Si contano anche le vittime, tra cui un medico curante che sarebbe venuto a contatto con gli anziani pazienti.

Leggi anche –> Fondi, boom di casi di Coronavirus: vietato accesso e uscita dal Comune

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dramma Coronavirus nella casa di riposo di Cingoli

(VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Francesco Foltrani, morto per coronavirus nelle prime ore del pomeriggio di ieri all’ospedale di Jesi, dove era ricoverato, era un medico di famiglia, come il padre Aldo. Sposato con Laura e padre di due figli, l’uomo aveva esercitato fino a una quindicina di giorni fa e sembra che abbia visitato alcuni anziani della casa di riposo, un particolare che però non viene ufficialmente confermato. Con il suo decesso, salgono a sei le vittime del Coronavirus a Cingoli, che è a oggi il comune più colpito nel maceratese, davanti a Civitanova Marche e al capoluogo Macerata.

Il caso della casa di riposo di Cingoli è diventato sia politico che giudiziario, con il procuratore capo Giovanni Giorgio che nei giorni scorsi ha aperto un fascicolo, ipotizzando i reati di omicidio colposo plurimo aggravato e di lesioni colpose, con l’aggravante del mancato rispetto delle norme a tutela dei lavoratori. Sempre nei giorni scorsi, il leader della Lega Matteo Salvini ha inviato una lettera al premier Giuseppe Conte, segnalando la situazione gravissima. Tra le vittime del Coronavirus nel comune maceratese anche un dipendente della Fileni che lavorava nello stabilimento di Cingoli, il 58enne Marcello Malatesta, volontario nella Croce Rossa e nella Protezione civile. Anche in questo caso, non sono chiari i contatti avuti dall’uomo con gli ospiti della casa di riposo. In tutto a oggi si parla di 45 contagi e di sei vittime: numeri che iniziano a diventare molto seri per un comune di 10mila abitanti.

Coronavirus Lombardia