Home News Coronavirus, stazione sciistica austriaca nel mirino: “Chiusa troppo tardi”

Coronavirus, stazione sciistica austriaca nel mirino: “Chiusa troppo tardi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13
CONDIVIDI

La stazione sciistica austriaca di Ischgl sotto accusa: sarebbe stata chiusa troppo tardi nonostante vi fossero già stati individuati casi positivi al Coronavirus.  

Sono centinaia e provengono da Danimarca, Norvegia, Svezia, Germania e altri Paesi europei gli individui che sarebbero stati contagiati dal Coronavirus mentre si trovavano in vacanza a Ischgl, celebre località sciistica nella valle del Paznaun, in Austria. Ebbene, secondo Der Spiegel le autorità locali non avrebbero adottato provvedimenti per tempo, lasciando impianti e locali aperti anche quando era ormai noto che si trattava di un focolaio del famigerato virus, favorandone così la diffusione in mezza Europa. Un’accusa molto grave di cui ora i responsabili della struttura dovranno rispondere nelle sedi opportune.

Leggi anche –> Coronavirus: 3mila morti in Italia, cala il numero dei nuovi contagi 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’Ibiza delle Alpi focolaio del Coronavirus

Ischgl, nota anche come la “Ibiza delle Alpi”, è una delle mete più famose e gettonate per sciare in Europa, oltre che per l’esibizione in concerto di artisti come come Lenny Kravitz, Mariah Carey, Robbie Williams, i Muse (il prossimo 2 maggio vi si sarebbe dovuto esibire Eros Ramazzotti, ma ovviamente l’evento è stato cancellato).

Il punto è che le sue attività non si sono fermate neppure dopo i primi tamponi che hanno confermato persone positive al Coronavirus. Piste e impianti sono stati chiusi sono il 12 marzo, quando il provvedimento è stato adottato da tutto il Tirolo. Per il momento la valle è stata posta in quarantena, ed è la stessa stazione sciistica a consigliare a tutti coloro che l’hanno frequentata dal 28 febbraio in poi di rimanere per due settimane in auto-isolamento.

Leggi anche –> Coronavirus, il virologo: “C’è qualche piccolo segnale positivo” – VIDEO

Leggi anche –> Coronavirus, nuovo appello di Fontana: “Fatelo per voi e per gli altri”

EDS