Home News Sport Coronavirus Serie A: il nuovo calendario, quando riprende e termina

Coronavirus Serie A: il nuovo calendario, quando riprende e termina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05
CONDIVIDI

Il nuovo calendario della Serie A è stato stravolto dall’emergenza Coronavirus: quando riprende e quando termina il campionato di calcio.

La Serie A come tutto il mondo sportivo è stata fermata dal Coronavirus: vi sono anche diversi casi di calciatori che risultano positivi al contagio.

Leggi anche –> Serie A, positivo al Coronavirus anche Manolo Gabbiadini

Ora si pensa alla data in cui si potrà riprendere a giocare, considerata anche la scelta dell’Uefa di bloccare il Campionato Europeo e spostarlo al 2021.

Leggi anche –> Euro 2020 | la UEFA fissa le date “Coronavirus permettendo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Come cambia il calendario di Serie A a causa del Coronavirus

L’ipotesi è che il campionato possa riprendere nel weekend successivo al Primo Maggio per concludersi entro il 30 giugno. Ha spiegato il presidente FIGC, Gabriele Gravina, a Radio 24: “Il rinvio degli Europei era un auspicio condiviso da tutti. Adesso abbiamo maggiori possibilità per posizionare alcune date a maggio e giugno sperando sia sufficiente per la deadline del 30 giugno”. Quindi ha proseguito: “Priorità alle competizioni nazionali con possibilità di inserire date internazionali. Sappiamo che i campionati nazionali sono autonomi”.

“Daremo priorità al nostro calendario”- prosegue Gravina, che ha anche lanciato un appello al taglio degli stipendi dei calciatori – “Non prendo in considerazione un piano di estrema crisi, mi preoccuperebbe per il nostro Paese. Spingiamo sull’acceleratore dell’ottimismo. Lavoriamo su ipotesi del 2 maggio e di completare i campionati, eventualmente sforando a luglio se non dovessimo farcela al 30 giugno. Chiederemo anche la possibilità, nella malaugurata ipotesi di non riuscire a completare tutto entro fine giugno, che si possa sforare entro i primi 10 giorni di luglio. In caso non si riesca ricorreremo probabilmente all’opzione playoff e playout”.