Morto il medico Marcello Natali di Coronavirus: lavorava a Codogno

0
7

Muore a 57 anni, dopo aver contratto il Coronavirus, Marcello Natali: medico di famiglia operante a Codogno e segretario della Fimmg.

La lista dei decessi causati dal Coronavirus in Italia continua ad allungarsi in maniera esponenziale. Solo nella giornata di ieri sono stati registrati 345 morti, per un totale che è salito ad oltre 2.500. Tra le vittime del Covid-19, ieri c’è stato anche il medico che prima di tutti ha sottolineato l’esigenza di tutelare i dottori dal contagio: Marcello Natali. Questo, medico di famiglia operante a Codogno, aveva 57 anni ed aveva sviluppato una grave polmonite bilaterale.

Leggi anche ->Coronavirus Italia | “Quarantena oltre il 3 aprile possibilità concreta”

Nonostante non avesse manifestato in passato malattie respiratorie e non soffrisse di alcuna patologia pregressa, presto le sue condizioni di salute sono peggiorate. Il medico, ricoverato prima all’ospedale di Cremona, era stato trasferito per essere curato in terapia intensiva a Milano. Nonostante gli sforzi dei colleghi, però, per Marcello Natali non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche ->Morto Mario Giovita, il primo medico positivo al Coronavirus

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus: il cordoglio dei medici per la morte di Marcello Natali

A condividere la notizia della tragica scomparsa di Marcello Natali è stata il segretario della Fimmg (Federazione dei medici di Medicina generale) Lombardia Paola Pedrini, la quale sottolinea come la scomparsa del collega: “Arriva nel silenzio assordante di ministero e Regione Lombardia, mentre alcune Regioni stanno rispondendo come possono alle nostre richieste”.

La stessa Pedrini aggiunge: “Oggi dobbiamo dire addio a un altro collega, punto di riferimento non solo per i suoi pazienti, ma anche per tutti i medici di famiglia di Lodi. Un collega sempre disponibile, sempre attento verso i giovani e al ricambio generazionale nella medicina generale. Ha combattuto fin da subito sul campo, senza mai tirarsi indietro. Marcello Natali avrà sempre la nostra infinita stima e il nostro riconoscimento”.

Coronavirus Italia zona rossa