Home News Coronavirus, Berlusconi dona 10 milioni di euro alla Regione Lombardia

Coronavirus, Berlusconi dona 10 milioni di euro alla Regione Lombardia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:41
CONDIVIDI

Coronavirus: con una nota condivisa da Forza Italia, si rende noto che Silvio Berlusconi ha deciso di donare 10 milioni di euro alla Regione Lombardia.

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha deciso di donare 10 milioni di euro alla Regione Lombardia. La somma sarà destinata alla creazione di un reparto di terapia intensiva nella zona fieristica di Milano.

Leggi anche ->Coronavirus, parte la campagna contro l’abbandono dei cani: “Non siamo contagiosi” – VIDEO

A renderlo noto è una comunicazione del partito di Berlusconi nella quale si legge: “Non posso, ancora una volta e dal profondo del cuore, non rivolgere un fervido e commosso ringraziamento agli eroi civili che dagli ospedali alla consegna della spesa sono impegnai in prima linea dal Nord al Sud : abbiamo chiesto al governo di prevedere per loro un sostegno molto più elevato come ricompensa per il lavoro straordinario che stanno svolgendo”.

Leggi anche ->Esselunga contro il Coronavirus: consegna gratis e donazione di milioni di euro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus: in Italia sono sempre di più le donazioni per contrastare l’epidemia

Come spiegato sopra, la donazione del leader di Forza Italia sarà utilizzata per la creazione di un reparto di terapia intensiva. Mai come adesso c’è infatti bisogno di avere ulteriori posti letto per quei malati che sviluppano una grave forma di insufficienza respiratoria a causa del Covid-19. Per altro in Lombardia i posti sono quasi esauriti, tanto da costringere al trasporto di tre malati all’ospedale di Palermo.

Come l’ex premier, sono tanti gli italiani che, in base alle proprie possibilità economiche, stanno cercando di contribuire per aiutare il sistema sanitario nazionale. Nei giorni scorsi è stata lodata da più parti l’iniziativa portata avanti da Chiara Ferragni e Fedez, i quali hanno aperto una raccolta fondi mettendo prima degli altri una donazione utile proprio a contrastare l’emergenza.