Home News Coronavirus Italia | allarme di Fontana | “La Lombardia non ce la...

Coronavirus Italia | allarme di Fontana | “La Lombardia non ce la fa più”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30
CONDIVIDI

Attilio Fontana sul Coronavirus Italia in Lombardia: “La nostra regione è allo stremo. Ci servono assolutamente posti letto e macchinari”.

Coronavirus Italia Fontana
Coronavirus Italia Fontana FOTO viagginews

È un Attilio Fontana quasi rassegnato quello che parla in merito della emergenza sanitaria Coronavirus Italia. “Gli ospedali della Lombardia sono pieni, tutti i posti sono ormai pieni ed i reparti di terapia intensiva risultano saturi, ormai da giorni”, fa sapere il presidente della Regione Lombardia in conferenza stampa.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, tragedia a Pavia: si suicida mentre aspetta l’esito del tampone

“La progressione del Covid-19 purtroppo avanza in maniera inarrestabile e non accenna a diminuire. È chiaro che dovremo attrezzarci per dei nuovi posti di rianimazione. Una cosa è vivere la situazione sul campo, un’altra in una zona d’Italia magari meno colpita della Lombardia e dove la gravità del problema non si percepisce”. Nel frattempo il governatore della Lombardia afferma che il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Italia, Domenico Arcuri, gli ha assicurato la fornitura di nuove apparecchiature. “Ci ha promesso tra i 100 ed i 140 ventilatori entro una settimana. Noi intanto andiamo avanti, provando anche in maniera autonoma a provare a recuperare dei respiratori”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Concerti strapieni in Gran Bretagna, sfida folle al Coronavirus

Coronavirus Italia Fontana preoccupato: “Terapie intensive sature ovunque in Lombardia”

Fontana si mostra veramente allarmato. “Siamo molto vicini al momento di non ritorno per quanto riguarda la terapia intensiva. Molto presto non avremo più letti”. I numeri in merito a questo disastro sanitario, relativamente a domenica 15 marzo 2020, parlano di oltre 20mila (20603 per la precisione) casi di contagio da Coronavirus in Italia, con 1809 morti in totale. I guariti ammontano invece a 2335. Il primo ministro Giuseppe Conte ha cercato di fornire le giuste rassicurazioni, ribadendo come la Lombardia, che rappresenta in assoluto la zona più compromessa nel nostro Paese a causa, abbia la massima attenzione da parte del governo. “La sicurezza dei medici e degli infermieri che stanno lavorando senza sosta è un’altra delle nostre priorità”.

LEGGI ANCHE –> 14enne bloccata dal Coronavirus, madre disperata: “Ha bisogno di cure all’estero”