Home News Coronavirus, autocertificazione: come compilarla e dove trovarla

Coronavirus, autocertificazione: come compilarla e dove trovarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:17
CONDIVIDI

Tutto sull’autocertificazione da usare per spostarsi con il decreto anti Coronavirus: come compilarla e dove trovarla, cartacea, digitale, a mano.

(MARCO SABADIN/AFP via Getty Images)

Da qualche giorno, sul territorio nazionale, per contrastare il Coronavirus, sono vietati gli spostamenti da provincia a provincia, ma anche quelli all’interno del territorio se non motivati da esigenze sanitarie, situazioni di comprovata necessità o ragioni lavorative. Per spostarsi, occorre compilare un’autocertificazione.

Leggi anche –> Coronavirus, autocertificazione spostamenti: cos’è e dove trovarla

Questa dovrà essere portata sempre con sé ed esibita a ogni richiesta delle forze di polizia. Questo con la consapevolezza che in caso di dichiarazione mendace, si rischia una denuncia penale.

Leggi anche ->Coronavirus, “assalto” ai supermercati h24. Palazzo Chigi: “Non è necessario”

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Cosa sapere sull’autocertificazione Coronavirus

Per farlo, occorre scaricare il modulo precompilato dal sito del Viminale, dopo di che va stampato e riempito in ogni suo campo. Occorre però chiarire che quanto dichiarato e sottoscritto nell’autocertificazione verrà poi verificato opportunamente dalle forze di polizia. Non si tratta di un particolare di poco conto: a oggi, infatti, il Viminale parla di 157.271 persone e 83.454 esercizi commerciali sottoposti a controlli di polizia. Questi controlli hanno portato a 7.218 persone e 239 esercenti denunciati.

Vale a dire che il 4,5% delle persone e appena lo 0,3% degli esercenti controllati in questi giorni sono risultati inottemperanti oppure avevano dichiarato il falso. Occorre sapere che la dichiarazione va firmata e non può essere dunque portata con sé in formato digitale, a meno che non si ricorra alla firma digitale o il sottoscrittore è identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identità elettronica. Oltre a stamparla, l’autodichiarazione può essere compilata a mano su un foglio. Anche in questo caso deve essere completa in ogni sua parte, datata e firmata.