Home News Uomini e Donne, Raffaella Mennoia: “Papà scusa. Non posso farti una tomba”

Uomini e Donne, Raffaella Mennoia: “Papà scusa. Non posso farti una tomba”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:15
CONDIVIDI

L’autrice di ‘Uomini e Donne’, Raffaella Mennoia, scrive una lettera al padre deceduto di recente per scusarsi dell’impossibilità di celebrare un funerale.

(Instagram)

Tra i tanti sacrifici che la situazione attuale impone agli italiani, l’impossibilità di celebrare un funerale è probabilmente uno dei più grandi. Perdere una persona cara è un evento doloroso che può segnare la vita di chiunque e l’impossibilità di dire addio al parente, l’amico, il genitore defunto è un peso difficile da sopportare. Sono molti, in questi giorni, a provare questo dolore nel dolore, ma per il momento è un divieto a cui non si può derogare.

Leggi anche ->Coronavirus, Lamorgese: “Pronti a nuove scelte coraggiose, se necessario”

Ne sa qualcosa Raffaella Mennoia, storica autrice di ‘Uomini e Donne‘, che di recente ha perso il padre e non ha avuto modo di fargli una tomba né di celebrare il funerale. Ci pensa spesso, forse sempre, e nelle scorse ore ha voluto pubblicare una lettera indirizzata al padre con la quale motivare e scusarsi: “Non si esce, si sorride poco e si teme per i nostri affetti non solo per la salute… In questi giorni di dolore mi consolo guardando dalla finestra il sole e ti chiedo scusa se ancora non posso venire a farti una tomba ma Papà sto rispettando le indicazioni che mi vengono date. sarà la prima cosa che farò appena mi sarà possibile non appena mi sarà consentito”.

Leggi anche ->Coronavirus, shock a Londra: nel Regno Unito 10 mila contagiati

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Raffaella Mennoia: “Saresti fiero di me”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mi avresti detto:non uscire di casa.Ti saresti preoccupato molto per me,conoscendomi,la figlia ribelle..Tra qualche giorno saranno due mesi che non ci sei più e qui papà è diventato tutto più silenzioso tutto più pauroso da quando non ci sei.Non si esce,si sorride poco e si teme per i nostri affetti non solo per la salute..in questi giorni di dolore mi consolo guardando dalla finestra il sole e ti chiedo scusa se ancora non posso venire a farti una tomba ma Papà sto rispettando le indicazioni che mi vengono date.sara’la prima cosa che farò appena mi sarà possibile non appens mi sarà consentito.Spero che nessuno debba affrontare il lutto di un genitore e aver negata la possibilità di fare una tomba o peggio un funerale.IO RESTO A CASA fatelo anche voi per chi amate..VOGLIO CHE TU SIA FIERA DI ME SEMPRE#ciaopapa’ Gypsy #baciopadrefiglia

Un post condiviso da RAFFAELLA MENNOIA (@raffaellamennoia) in data:

Nonostante il senso di colpa sia presente, la Mennoia si consola con il fatto che il padre le avrebbe detto di rimanere a casa: “Mi avresti detto: non uscire di casa. Ti saresti preoccupato molto per me, conoscendomi, la figlia ribelle.. Tra qualche giorno saranno due mesi che non ci sei più e qui papà è diventato tutto più silenzioso tutto più pauroso da quando non ci sei”. Quindi conclude il post augurandosi che nessuno debba provare quello che sta provando lei in questo momento.