Coronavirus, rivelazione inedita: “Ecco la data del primo caso accertato”

0
2

Secondo un’indiscrezione del South China Morning Post, il primo caso di infezione da Coronavirus accertato in Cina risale al 17 novembre e non all’8 dicembre. 

Il 17 novembre e non l’8 dicembre: questa – secondo le ultime indiscrezioni del South China Morning Post – la data a cui risale il primo caso accertato d’infezione da Coronavirus in Cina. Con buona pace di quanto dichiarato dal governo di Pechino all’Organizzazione Mondiale della sanità (Oms). Va da sé che la notizia apre un nuovo scenario sulla diagnosi e sulla gestione dell’epidemia da parte del Dragone.

Il quotidiano di Hong Kong sostiene di essere entrato in possesso di documenti governativi mai resi pubblici in base ai quali il “paziente uno” è un 55enne residente nella provincia dell’Hubei, epicentro della pandemia che fino a oggi ha causato oltre 5mila vittime da un capo all’altro mondo. Il “paziente zero”, invece, resta ancora da identificare…

Leggi anche –> Coronavirus, altre 250 vittime in Italia: il totale sale a 1.266

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La verità sul “paziente uno” affetto da Coronavirus

Sempre il South China Morning Post rileva che dal 17 novembre in poi sono stati rilevati da 1 a 5 casi di contagio al giorno. Ma solo il 27 dicembre Zhang Jixian, medico dell’Hubei Provincial Hospital of Integrated Chinese and Western Medicine, informò le autorità che la polmonite anomala riscontrata in numerosi pazienti era causata da un Coronavirus. In quel momento almeno 180 persone erano già state contagiate e l’epidemia, poi allargatasi a tutta la regione e ad altri Paesi, era ormai diffusa.

Resta, come detto, la necesità per medici e ricercatori di rintracciare il “paziente zero”: solo così sarà possibile capire in che modo il virus si sia trasmesso da animale a uomo e ricavare informazioni fondamentali per giungere il più rapidamente possibile a una cura efficace. Non esistono certezze al riguardo, ma alla luce delle ultime novità è lecito ipotizzare che il primo contagio sia avvenuto anteriormente al 17 novembre.

Leggi anche –> Coronavirus, Europa nuovo epicentro: l’allarme dell’OMS 

Leggi anche –> Ricciardi sulle misure contro il Coronavirus: “Guerra lunga, fino all’estate”

EDS