Home News Real Madrid in quarantena, positivo un giocatore al Coronavirus

Real Madrid in quarantena, positivo un giocatore al Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:07
CONDIVIDI

Da oggi anche il Real Madrid di Zinedine Zidane osserverà un periodo di quarantena: trovato positivo al Coronavirus un giocatore del Real di basket.

Dopo la Serie A si ferma anche la Liga. La decisione dei dirigenti del campionato spagnolo è giunta in seguito alla notizia che il Real Madrid sarà costretto ad osservare un periodo di quarantena. A differenza di quanto capitato per Juventus e Inter, costrette alla quarantena dopo la scoperta della positività di Daniele Rugani, in questo caso nessun calciatore è risultato positivo al tampone.

Leggi anche ->Juventus, Rugani ha il Coronavirus: è il primo calciatore di Serie A contagiato

La misura è stata adottata dopo che un membro della squadra di Basket del Real Madrid è stato trovato positivo. Le due formazioni, sebbene pratichino sport differenti, vanno ad allenarsi nello stesso centro sportivo di Valdebedas. Il centro è stato chiuso e tutti gli atleti che in questi giorni vi si sono allenati sono stati posti in isolamento e sottoposti al test.

Leggi anche ->Cristiano Ronaldo resta in Portogallo: tornerà quando la situazione sarà migliore

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Liga sospesa per due settimane dopo la quarantena del Real Madrid

Come detto dopo la conferma della quarantena del Real Madrid, la Lega del massimo campionato spagnolo ha deciso di sospendere i campionati di A e di B per almeno due settimane. Nel comunicato si legge: “Date le circostanze note questa mattina, in riferimento alla quarantena stabilita al Real Madrid e ai possibili altri positivi nei giocatori di altre società, La Liga ritiene che le circostanze siano già in atto per continuare con la fase successiva del protocollo di azione contro COVID-19. Di conseguenza, conformemente alle misure stabilite dal regio decreto 664/1997 del 12 maggio, accetta di sospendere almeno le due prossime giornate”.

La sospensione è temporanea ma non è assicurato che tra 3 settimane il massimo campionato spagnolo possa riprendere. Nel prosieguo del comunicato infatti, si legge: “Tale decisione sarà rivalutata dopo il completamento delle quarantene decretate nei club interessati e altre possibili situazioni che potrebbero sorgere. LaLiga, in qualità di organizzatore del torneo, ha proceduto a comunicarlo a RFEF, CSD e Club”.