NBA, giocatore positivo al Coronavirus: sospeso il campionato

0
5

L’NBA chiude i battenti per la stagione 2019-2020 dopo che Rudy Gobert, giocatore degli Utah Jazz è stato trovato positivo al Covid-19.

(Photo by Jonathan Bachman/Getty Images)

Già da giorni i club della lega di basket americano stavano discutendo come affrontare l’emergenza Covid-19. A San Francisco i Golden State Warriors erano stati obbligati dalle autorità governative a sospendere gli incontri a porte aperte e presto anche gli altri club si sarebbero adeguati alla situazione per evitare la diffusione del contagio. Lo scenario è cambiato drasticamente nella notte italiana.

Leggi anche ->Juventus, Rugani ha il Coronavirus: è il primo calciatore di Serie A contagiato

A pochi minuti dalla palla a due che avrebbe dato inizio all’incontro tra gli Oklahoma City Thunder e gli Utah Jazz è giunta la notizia che NBA sarebbe stata sospesa sino a data da destinarsi. Il motivo di questo improvviso cambio di rotta è stato la positività di Rudy Gobert, giocatore della squadra di Utah. Nelle prossime settimane si procederà al test del tampone per tutti i compagni di squadra, ma anche per gli avversari che nelle ultime partite hanno affrontato i Jazz.

Leggi anche ->Serie A Coronavirus: cosa accade dopo il 3 aprile – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

NBA ferma per la positività di Rudy Gobert

Il provvedimento è stato comunicato con una nota della Legain cui si legge: “L’NBA sospende la stagione dopo le partite della notte. L’NBA annuncia che un giocatore degli Utah Jazz è risultato positivo in modo preliminare al COVID-19. Il risultato del test è stato rivelato poco prima della palla a due tra Oklahoma City e Utah Jazz, alla Chesapeake Arena. A quel punto, la gara è stata cancellata. Il giocatore affetto dalla patologia non era nell’Arena. L’NBA sospende la stagione a conclusione delle partite della notte in calendario sino ad ulteriore aggiornamento. L’NBA utilizzerà questa pausa per valutare i prossimi passi da intraprendere in relazione alla pandemia Coronavirus”.

Allo stato attuale delle cose è difficile dire quando, se e in che forma verranno giocati i Playoff e le Finals. Decisivo nella scelta sarà l’andamento della diffusione del contagio negli Stati Uniti. Possibile dunque che ci sia il rischio di un annullamento anche dell’appuntamento clou della stagione. Al momento, però, la notizia è che la stagione regolare al momento è sospesa.