Donna muore di parto, procura di Modena apre il fascicolo: il bimbo è salvo

0
5

Una donna di 39 anni muore dopo aver dato alla luce suo figlio all’ospedale di Sassuolo. La procura di Modena ha deciso di aprire un fascicolo sul caso. 

Nicoletta Coppola è la donna di 39 anni che è morta dopo aver partorito suo figlio all’ospedale di Sassuolo, in provincia di Modena. La donna era residente a Casalgrande nel Reggiano. Per il momento le condizioni del bambino sembrano stabili.

Leggi anche -> Bambino morto | a 3 anni si addormenta per non svegliarsi più

L’ospedale di Sassuolo, per il momento, ha fatto sapere che Nicoletta Coppola era già madre di una bambina di 8 anni. In una nota ha dichiarato che la donna “era alla 41esima settimana gestazionale. Sono ancora da capire le cause dell’improvviso decesso della paziente, che ha partorito con parto naturale andando incontro, dopo alcune ore, e senza alcun preavviso, a un repentino e irreversibile aggravamento del quadro emodinamico. L’ospedale, che ha già avviato accertamenti interni, partecipa al dolore dei familiari, mettendosi a disposizione per dare tutto il supporto necessario in questo difficilissimo momento“. Nicoletta era un’operatrice sanitaria, in una struttura ad Arceto per conto della cooperativa LaPineta, che non ha voluto rilasciare commenti nel rispetto della famiglia.

Leggi anche -> Coronavirus, allarme all’ospedale Bambino Gesù: “Medici contagiati”

incinta

La tragedia e il dolore della famiglia

Il bambino è nato in buone condizioni, in quello che sembrava un parto regolarmente riuscito. Alcuni minuti dopo, però, qualcosa è subentrato e ha portato via Nicoletta. La tragedia è avvenuta ieri notte nell’ospedale di Sassuolo, in circostanze ancora da stabilire. Il compagno della donna ha chiesto il massimo riserbo e il rispetto per il forte dolore.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!