Le Bestie di Satana, anticipazioni puntata 12 marzo 2020

0
6

Le Bestie di Satana: le anticipazioni sullo speciale di Nove relativo agli episodi di cronaca che hanno sconvolto la nostra penisola nell’ultimo decennio.  

Per il nuovo appuntamento del ciclo Nove Raccontastasera – giovedì 12 marzo 2020  andrà in onda alle 21.25 su Nove Le Bestie di Satana, lo speciale dedicato ad uno dei fatti di cronaca più sconvolgenti dell’ultimo millennio, tanto da essere ripreso dai giornali di tutto il mondo. La BBC all’epoca  definì i loro crimini tra i più efferati della  storia d’Italia dal secondo dopoguerra

Leggi anche–> Sette sataniche, Milano capitale ‘demoniaca’ in Italia: “Diversi i gruppi presenti”

Le Bestie di Satana: il documentario 

Attraverso una serie di interviste e di immagini di repertorio, viene ricostruita la vicenda dei fatti di cronaca che sconvolsero Golasecca, un paesino in provincia di Varese, nel 2004.

L’inizio di tutto è stato l’assassinio di una ragazza, Mariangela Pezzotta, 28 anni, massacrata a colpi di pistola e di badile e sepolta nelle campagne il 24 gennaio 2004. Indagando gli inquirenti hanno scoperto in realtà dei fatti terribili: la giovane infatti era stata uccisa da un gruppo di persone dedite alla musical metal, alla droga e a delle prove estreme, rendendosi colpevoli di crimini atroci. Oltre a Mariangela, infatti, vengono ammazzati prima – siamo nel 1998 – Chiara Marino e Fabio Tollis.  A loro si aggiungono Andrea Bontade, uno degli adepti, per non essersi presentato la sera dell’omicidio di Fabio e Chiara enel 199 Andrea Ballarin, 22 anni.

Un membro delle Bestie di SatanaMario Maccione, dichiara: “Eravamo come dentro ad un film dell’orrore. Sentivamo il bisogno di avere ognuno di noi un nome di battaglia, come si usa appunto in una banda, non in una setta. Si andava sempre più oltre, ci si spingeva sempre di più, non bastava più il drogarsi”.

Dopo l’omicidio di Mariangela nel 2004, i membri della setta sono stati condannati: Nicola Sapone a due ergastoli; Paolo Leoni e Marco Zampollo a 26 anni di reclusione, Elisabetta Ballarin a 24 anni e tre mesi ed Eros Monterosso a 24 anni.