Coronavirus, la dieta da seguire per rinforzare il sistema immunitario

0
6

In questi giorni di chiusura in casa e smart work per le misure atte a contrastare il Coronavirus ecco una dieta per rinforzare il sistema immunitario.

Quasi tutti gli italiani in questi giorni saranno costretti a rimanere in casa sia per chiusura delle attività lavorative che di quelle didattiche. Eccettuati coloro che attraverso lo smart work continueranno a lavorare dalla propria postazione computer, gli altri potrebbero esperire uno stile di vita vacanziero, fatto di relax, sessioni di Netflix da diverse ore, e tanto cibo.

Leggi anche ->Coronavirus: a Codogno nessun nuovo contagio, è la prima volta

Proprio come durante le vacanze estive o natalizie, il lavoratori o studenti in ferie forzate potrebbero lasciarsi andare al cibo come consolazione per la condizioni di “clausura“. A tutti loro è consigliato non eccedere con il cibo e attenersi piuttosto ad uno stile di vita sano anche se in casa. Questo permetterà non solo di non prendere peso, ma anche di essere maggiormente carichi e con le difese immunitarie ben rodate.

Leggi anche ->Coronavirus, Angela Merkel choc: “Si infetterà il 60-70% della popolazione”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dieta in tempo di Coronavirus

Per capire come effettuare una dieta equilibrata l’agenzia ‘Agi’ ha chiesto un parere all’esperta di alimentazione Carla Lacertola. Questa spiega che come in ogni giorno della nostra vita è bene alternare carboidrati, e proteine, oltre ad aggiungere dosi di frutta e verdura nel corso della giornata. L’esperta sottolinea inoltre: “Quello che dobbiamo ricordare è mangiare porzioni parche, non ci rinforziamo mangiando di più. Anzi. Dobbiamo mangiare con morigeratezza e riprodurre quel ‘piatto di Harvard‘ che altro non è che una ulteriore rappresentazione della nostra piramide alimentare”.

Questo non significa che non ci si possa coccolare con delle ricette prelibate o diverse dal solito, anzi: “Dobbiamo agire di fantasia per rendere gradevole ciò che mangiamo, cerchiamo di prenderci cura di noi, dei nostri cari, con il cibo che è anche un aiuto dal punto di vista psicologico”. Importante anche non lasciarsi prendere dalla frenesia del peso e non ridurre drasticamente le quantità perché si è a casa: “una restrizione calorica rischia di avere, insieme a questo stato di incertezza e ansia, un effetto rebound su tutto il resto”.