Coronavirus Italia | morti ed infetti | gli ultimi dati ufficiali

0
3

Numeri su persone contagiate e vittime della situazione Coronavirus Italia. La Protezione civile fornisce un ultimo bollettino.

coronavirus Italia morti
Situazione Coronavirus Italia ultimi dati su contagi e vittime FOTO viagginews

La situazione relativa al Coronavirus Italia parla di migliaia di persone contagiate dal virus Covid-19, quando siamo alla sera di domenica 8 marzo 2020. I dati ufficiali forniti dagli enti preposti riferiscono di 6387 individui contagiati e di 366 morti.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, lo sfogo del ministro Spadafora: “Lega di A irresponsabile”

I soggetti infetti ammontano a 1326 in più rispetto al 7 marzo, con un aumento significativo che fa registrare un +26,2%. Per quanto riguarda le vittime, il riscontro è di 133 in più (+57%). Tutti dati forniti dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel corso della sua ultima conferenza stampa. I guariti sono invece 622, con 33 risultati a tutti gli effetti negativizzati al Covid-19 (+5,6%). La John Hopkins University, unico ente ufficiale preposto all’aggiornamento di dari relativo all’epidemia, conferma che la situazione Coronavirus Italia è la peggiore attualmente in corso in tutto il mondo dopo la Cina. Rispetto a quest’ultima però l’andamento delle cose risulta essere meno impattante dal punto di vista dei numeri. Lì infatti gli infetti dalla patologia sono 80.695, con oltre 3mila morti.

LEGGI ANCHE –> Stop al campionato di Serie A per Coronavirus, la decisione in questi minuti

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus Italia morti, situazione estremamente critica in Lombardia

Come noto, il numero maggiore di morti da Coronavirus in Italia si riscontra in Lombardia. Lì è partito il focolaio tra gennaio e febbraio e lì si concentra la maggior parte della zona rossa. In quella regione del nostro Paese ci sono 267 delle 366 vittime da Covid-19. Ovvero il 72,9% del totale complessivo. Seguono Emilia-Romagna con 56 morti e Veneto con 18, dove invece c’era stata la prima vittima in assoluto in Italia. Poi la malattia è attualmente diffusa in altre 6 regioni almeno, dove si contano tra 1 e 7 vittime ognuna. Attualmente poi ci sono 650 ricoverati in terapia intensiva (399 in Lombardia) dei quali 291 entrati in ospedale domenica 8 marzo. Ancora: ci sono 3.557 i malati con sintomi ricoverati e 2.180 in isolamento domiciliare.

Rispettate le regole per far si che il virus circoli di meno.

Il Governo e gli enti preposti hanno chiuso degli accordi per ricevere 22 milioni di mascherine chirurgiche dal 12 marzo al 30 aprile. Infine viene sottolineata l’importanza di fare prevenzione rispettando le linee guida consigliate dalle istituzioni. Quindi restate a casa il più possibile, delegate alla spesa e ad altri compiti esterni una sola persona, lavatevi spesso le mani e limitate i contatti diretti, mantenendo almeno un metro di distanza. Concetto espresso anche dal professor Brusaferro, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità. Il quale ha anche affermato che “ci sono zone dell’Italia in cui in virus Covid-19 circola di meno. Se tutti noi ci atteniamo alle linee guida fornite, riusciremo a rallentarne la circolazione”.