Home News Barbara Bouchet, chi è il secondo figlio Massimiliano Borghese: età e carriera

Barbara Bouchet, chi è il secondo figlio Massimiliano Borghese: età e carriera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:56
CONDIVIDI

Conosciamo meglio la storia di Massimiliano Borghese: ecco tutte le curiosità sulla carriera e vita privata del fratello dello chef Alessandro

Luigi Borghese

Massimiliano Borghese è il fratello dello chef Alessandro ed è il figlio dell’attore Luigi Borghese. Di lui conosciamo poche notizie: è diventato barman ed è cresciuto con la mamma Barbara Bouchet che ha svelato in una vecchia intervista ai microfoni di Io e Te: “Quando sono arrivata in Italia, mi sono innamorata subito di questo paese. All’epoca non mi sono resa conto del successo perché questo è il mio lavoro. Essendo arrivata a 75 anni che compirò tra due giorni e ne sono fiera, mi rendo conto quando questo paese mi abbia voluto bene perché ovunque io vada mi fanno i complimenti, soprattutto le donne”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Zingaretti, l’ipotesi di Striscia la Notizia: “La Rai chiude?”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Massimiliano Borghese chi è: le curiosità

A differenza del fratello Alessandro, che è stato cacciato da sua madre, Massimiliano ha continuato la sua vita a casa insieme alla donna che l’ha allevato. Il racconto da mamma di Barbara Bouchet, poi, continua: “Quando mio figlio Alessandro ha compiuto 15 anni, io ho pensato al dispiacere che ho dato a mio padre quando decisi di lasciare casa perché a 15 anni non sei pronta ad affrontare il mondo che ti circonda. Mio padre per tanto tempo non voleva sentirmi perché ha sofferto tantissimo. Poi abbiamo fatto pace, però aveva ragione anche se mi è andata bene”.

Infine, in un’altra intervista la donna ha svelato l’addio di Alessandro: “Ho chiesto a lui che cosa gli piacesse fare e lui ha sempre risposto ‘boh’ e per questo l’ho mandato via di casa. In Germania e negli Stati Uniti non esiste che un figlio non sappia che cosa fare e per questo l’ho mandato via di casa. Alla fine, però, è andata bene…molto bene.”

Luigi Borghese