Home News Capitano Ultimo dice addio all’Arma dei Carabinieri dopo 42 anni

Capitano Ultimo dice addio all’Arma dei Carabinieri dopo 42 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:58
CONDIVIDI

Il Capitano Ultimo lascia l’Arma dei Carabinieri dopo ben 42 anni di servizio: lo ha annunciato lui stesso in un post sul suo profilo Twitter. 

Il Capitano Ultimo annuncia il suo addio all’Arma dei Carabinieri. “Dopo 42 anni di servizio pensavo a come sarebbe stato lasciare l’Arma. Poi ti ci trovi e non dici niente. Sì, in fondo ho parlato già”, scrive sul suo profilo Twitter il colonnello Sergio De Caprio. Il suo non è un addio formale, essendosi messo in aspettativa dopo la nomina ad assessore alla Regione Calabria. E nel giro di un anno avrebbe comunque lasciato l’uniforme per raggiunti limiti di età.

Leggi anche –> Capitano Ultimo | lui nuovo assessore all’Ambiente in Calabria

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il congedo di Capitano Ultimo dall’Arma

Sergio De Caprio, classe ’61, nella sua lunga e turbolenta carriera è passato dal Ros al Noe e ai Servizi per poi approdare, come ultimo incarico, al Comando per la tutela della biodiversità e dei parchi dei Carabinieri forestali. Giusto una ventina di giorni fa il neopresidente della Regione Calabria Jole Santelli lo ha nominato assessore all’Ambiente. “L’obiettivo è combattere la ‘ndrangheta e il voto di scambio: se qualcuno non vorrà fare questa battaglia, me ne andrò”, aveva avvertito Ultimo nell’assumere il nuovo incarico.

Quanto al rischio di una sua strumentalizzazione, il Capitano Ultimo ha aggiunto: “Il rischio c’è, ma le persone vanno giudicate per quello che fanno. Si tratta di scegliere se scendere nell’arena a combattere o stare alla finestra a guardare. Ho accettato questo incarico per il bene comune e per i principi di uguaglianza e fratellanza. Poi tutto può accadere. Si può sempre strumentalizzare qualsiasi cosa, ma se gli altri hanno intenzioni diverse, non dipende da me”.

Leggi anche –> Capitano Ultimo, il Tar del Lazio conferma la revoca della scorta

EDS