Caos recuperi, la lettera dell’Inter alla Lega: “Prima della Juve, la Sampdoria”

0
1

L’Inter ha chiesto alla Lega di Serie A di recuperare prima la partita con la Sampdoria e successivamente quella con la Juventus.

L’emergenza coronavirus ha avuto un impatto diretto anche sulle competizioni sportive. Dopo il rinvio delle partite nelle zone a rischio negli ultimi due turni di Serie A, ieri è giunta notizia che anche l’incontro di Coppa Italia tra Juventus e Milan di questa sera sarà rinviato. Allo stesso modo questa mattina è giunta notizia che anche l’altra semifinale di ritorno, quella tra Inter e Napoli, sarà posticipata a data da destinarsi.

Leggi anche ->Coppa Italia | Napoli Inter rinviata | quando si giocano le semifinali

Le misure di contenimento volute dal governo per limitare i contagi potrebbero essere protratte nelle prossime settimane e, sempre ieri, è stata prospettata l’ipotesi di giocare l’intero mese di marzo a porte chiuse. Lunedì si è discusso inoltre della possibilità  di fare slittare il prossimo turno di Serie A per recuperare le gare della 26a giornata, tra le quali ci sarebbe anche Juventus-Inter. Il presidente della Lega ha proposto di giocare il big match il 9 marzo, ma i nerazzurri hanno immediatamente rifiutato la proposta.

Leggi anche ->Serie A rinviata per Coronavirus, cinque gare sospese: Juve-Inter non si gioca

Serie A, l’Inter rifiuta la proposta della Lega

Sebbene lo slittamento della giornata permetta di tornare in pari con un turno infrasettimanale il prossimo 13 marzo, i nerazzurri hanno opposto il proprio rifiuto poiché rimarrebbe sempre da recuperare il precedente match con la Sampdoria. In una lettera inviata dalla dirigenza alla Lega e alle altre squadre della Serie A, l’Inter: “richiede che nel prossimo weekend si giochi il turno di campionato come previsto dal sorteggio”. Nel caso in cui il presidente ritenga che vada fatto slittare, però, richiede: “che si proceda al recupero delle gare rinviate per prime in ordine di tempo, unica ipotesi, quest’ultima, legittima ai sensi delle norme di Lega e Federazione che governano l’ordinamento sportivo”.

La dirigenza nerazzurra sottolinea inoltre che qualora queste norme non venissero rispettate: “Si riserva ogni azione e/o iniziativa qualora fossero prese decisioni in violazione delle norme regolamentari sportive e federali ovvero tali da determinare un danno in capo alla società e/o alla salute dei propri dipendenti e tesserati”. Viene chiesto inoltre agli altri club di esprimersi in tal senso. Insomma se il presidente della Lega dovesse decide d’ufficio di recuperare la 26a giornata questo weekend, si aprirebbe uno scontro aperto con l’Inter.