Coronavirus in Italia, l’esperta spiega: “Ecco perché non si trova il paziente zero”

0
2

Una esperta dell’ospedale ‘Sacco’ di Milano parla della situazione Coronavirus Italia, ritenendo probabile l’insorgere dei primi casi già a dicembre.

Coronavirus Italia
Coronavirus Italia primi casi possibili addirittura subito dopo Natale FOTO viagginews

La dottoressa Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio di microbiologia, virologia e bio-emergenze all’ospedale Sacco di Milano, è convinta che la situazione Coronavirus Italia risalga almeno allo scorso gennaio.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | ospedale solo per casi di Covid-19 in Lombardia

“Il virus deve essersi diffuso in maniera silente già da allora nel nostro Paese”. Le sue parole appaiono su ‘Il Fatto Quotidiano’ e vengono riprese anche da ‘Libero’. E sarebbe questo il motivo principale a suo avviso del perché non si riesca a trovare il cosiddetto ‘paziente zero’. “Subito dopo Natale ci sono stati casi anomali di polmonite nella zona del Basso Lodigiano. Anomali sia per numeri che per caratteristiche della patologia. In realtà poi è già da fine dicembre che al laboratorio che dirigo al ‘Sacco’ di Milano abbiamo iniziato a trattare casi che possono essere ricondotti al Covid-19”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | positivo ass. Lombardia Mattinzoli | “Ha febbre alta”

Coronavirus Italia, le prime polmoniti anomale risultano a fine dicembre

“Abbiamo iniziato a lavorare sulla base di strane polmoniti cinesi segnalate dall’Oms. In quel momento avevamo sintomi influenzali simili al Covid, per di più concentrati in un picco stagionale normale”. La professoressa continua. “Stiamo raccogliendo ed analizzando a fondo quelli che sono i genotipi di Cov 2 per arrivare all’ottenimento della sequenza totale del virus. Questo ci permetterebbe di paragonarla con quella messa già in rete dai colleghi cinesi, poi in base alle mutazioni riscontrate è possibile potere mettere in pratica la tracciatura della mappa”. Secondo Maria Rita Gismondo tale scenario dovrebbe verificarsi entro alcune settimane.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, equipe italiana scopre la mutazione che ha permesso di aggredire l’uomo