Home News Coronavirus, dimesso Niccolò dallo Spallanzani, la mamma: “Emozione fortissima”

Coronavirus, dimesso Niccolò dallo Spallanzani, la mamma: “Emozione fortissima”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:54
CONDIVIDI

Niccolò, il 17enne bloccato per due volte in Cina a causa della febbre ma sempre negativo al test del Coronavirus può finalmente tornare a casa.

L’esperienza in Cina di Niccolò, studente 17enne originario di Grado, si è conclusa in modo traumatico. Il giovane si è ritrovato nel pieno dell’emergenza per il Coronavirus e quando è giunto il momento di tornare a casa è stato costretto a rimanere nel Paese asiatico. Niccolò, infatti, è stato bloccato alla frontiera dalle autorità cinesi per via di una febbre. Il malanno era dovuto ad un virus stagionale e non al Covid -19, infatti per ben due volte è risultato negativo al test sul coronavirus.

Leggi anche ->Serie A rinviata per Coronavirus, cinque gare sospese: Juve-Inter non si gioca

Per giorni il nostro governo ha parlamentato con quello cinese per ottenere la possibilità di fare rimpatriare il ragazzo. Alla fine il permesso è stato ottenuto, ma in base alle disposizioni attuali, il ritorno a casa è stato posticipato. Di ritorno dalla Cina Niccolò è stato portato allo Spallanzani di Roma per ulteriori verifiche e successivamente sottoposto ad un periodo di osservazione in quarantena.

Leggi anche ->Coronavirus, gli Stati Uniti sconsigliano i viaggi in Italia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, Niccolò può tornare a casa

Durante il periodo di degenza all’ospedale romano, le condizioni di Niccolò sono sempre state buone e nelle scorse ore è stato dato al ragazzo il via libera. Il diciassettenne è stato dimesso dall’ospedale e dopo aver riabbracciato i genitori è pronto a fare l’agognato ritorno a casa. A confermare la notizia sono stati proprio i genitori del giovane, “assaliti” dalla stampa. I due hanno spiegato di aver avuto sempre la speranza che tutto si sarebbe risolto per il meglio e che il figlio, a parte un po’ di insofferenza, non ha mai mostrato segni di preoccupazione.

Per quanto riguarda la dimissione, invece, la madre ha dichiarato: “l’abbiamo visto, sta bene. E’ emozionato all’idea di poter uscire, domani finalmente lo porteremo a casa. Dopo sei mesi che non lo vedevamo e dopo tutto quello che è successo è stata un’emozione fortissima riabbracciarlo”, quindi ha aggiunto: “Niccolò è contento di riabbracciare tutti quanti, finalmente questa disavventura è finita!”.