Home News Juventus Inter, possibile rinvio: si pensa ad un posticipo a porte aperte

Juventus Inter, possibile rinvio: si pensa ad un posticipo a porte aperte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:09
CONDIVIDI

Il big match tra Juventus e Inter potrebbe subire un rinvio: l’ultima ipotesi è quella di spostare la partita a lunedì e giocarla a porte aperte.

probabili formazioni
(Getty Images)

A causa del decreto legge approvato in extremis dal governo lo scorso sabato, domenica molte partite della Serie A sono state rinviate a data da destinarsi. I grandi eventi aggregativi, infatti, potevano essere un mezzo di diffusione del coronavirus. Nell’ipotesi che l’ordinanza del governo si prolungasse per un periodo superiore, la lega di Serie A ha valutato l’opportunità di far giocare gli incontri a porte chiuse. Il blocco del governo, però, si limita a questa settimana e scade domenica 1 marzo. Se la situazione dovesse rimanere questa e dunque non ci dovesse essere un proroga delle misure straordinarie, non ci sarebbe motivo per fare giocare a porte chiuse gli incontri della 26a giornata.

Leggi anche ->Juventus Inter in chiaro, la decisione di Sky per il Coronavirus

Nei giorni scorsi si era ventilata l’ipotesi che Juventus Inter, scontro decisivo per le sorti del campionato, potesse essere giocata domenica sera (come da calendario) a porte chiuse. In tal caso Sky, che detiene i diritti di trasmissione dell’incontro, avrebbe concesso agli italiani di guardarla in chiaro sul suo canale del digitale terrestre, Tv8. Al momento, però, non ci sono state comunicazioni in tal senso da parte della Lega di Serie A né da parte della Prefettura di Torino.

Leggi anche ->Coronavirus, caos Serie A: partite a porte chiuse e recuperi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Juventus Inter a porte aperte lunedì sera?

Visto che il governo per il momento non ha approvato una proroga delle misure straordinarie, la prefettura di Torino non ha ancora deciso se impedire l’accesso sugli spalti dei tifosi. Le due società attendono dunque l’evolversi della situazione per capire se dovranno giocare domenica o lunedì sera. L’ultima ipotesi, infatti, è quella di spostare l’incontro al 2 marzo, giorno in cui il divieto sarà scaduto. In questo modo, non solo sarà possibile ai tifosi vedere il match dal vivo, ma la Juventus non perderebbe gli introiti legati alle vendite dei tagliandi.