Home News Coronavirus, positivo un calciatore in Italia: quali sono le sue condizioni

Coronavirus, positivo un calciatore in Italia: quali sono le sue condizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01
CONDIVIDI

Secondo quanto riportato da ‘La Nazione’, un calciatore della Serie C italiana sarebbe risultato positivo al tampone per il coronavirus.

Al momento si tratta più che altro di una voce riportata, non vi è dunque nulla di certo. Chiarito questo, pare che un calciatore professionista che gioca in Serie C sarebbe risultato positivo al Coronavirus. A riportare l’informazione è il quotidiano ‘La Nazione’. Nell’articolo non sono condivisi molti dettagli sulla situazione o sul calciatore, dunque non è possibile sapere di chi si tratta. Sappiamo solo che questo è residente nella zona di Siena e che dopo il test sarebbe stato trasportato al reparto malattie infettive dello Scotte di Siena.

Leggi anche ->Coronavirus, Fendi lancia la sua mascherina: modico il prezzo di 190€

Qualora la voce fosse confermata ci troveremmo davanti al primo caso di contagio tra i calciatori. Probabile, dunque, che i suoi compagni di squadra e lo staff della società verranno sottoposti ad un controllo per verificare se l’atleta ha contagiato qualcuno. In ogni caso è bene ricordare che il contagio da Coronavirus, specie su un atleta giovane non comporta grossi rischi per la salute. Nell’80% dei casi i contagiati guariscono da soli, mentre il 20% ha bisogno di cure mediche e solo il 5% presenta sintomi gravi.

Leggi anche ->Coronavirus, il vicepresidente Uefa: “Stop al calcio”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, Sannino sospeso dal suo club

Mentre l’Italia si confronta con la più grave diffusione di coronavirus in Europa, la psicosi da contagio non colpisce solo gli italiani, ma anche le nazioni limitrofe. Croazia e Romania hanno disposto la quarantena per chiunque rientri dall’Italia, mentre le aziende  richiedono agli italiani di rimanere a casa qualora abbiano fatto di recente ritorno dal nostro Paese. Qualcosa di simile è successo a Giuseppe Sannino. L’allenatore, in questo momento sulla panchina dell’Honved di Budapest, sarebbe stato sospeso dal club poiché potrebbe essere entrato in contatto con persone che vivono nelle aree colpite dal virus.