Luca Cristello, chi è: storia del giovane scomparso nel nulla nel 2002

Dopo diciotto anni il caso di Luca Cristello è stato riaperto. Una nuova pista sulla sua scomparsa ha smosso le acque dell’indagine.

È il 2002 quando Luca Cristello, un ragazzino torinese di Francica, scompare per sempre tra le strade del paesino piemontese. Una storia che diventa ben presto virale e che avrà come epicentro il programma televisivo Chi l’ha visto?. Luca è un quattordicenne con un’infanzia travagliata: i suoi genitori sono separati sin da quando era bambino e, alla disperata ricerca dell’indipendenza, conclude velocemente la scuola dell’obbligo per potersi dedicare al lavoro da muratore, portato avanti in nero. Il piccolo Cristello è un ragazzo che cerca di bruciare le tappe e poter diventare adulto, ma agli inizi del Duemila accade l’irreparabile.

Luca Cristello, la scomparsa e Chi l’ha visto?

Siamo a Francica e Luca, tornato dal matrimonio della sorella, sale sui sedili di una macchina di un amico per un appuntamento e scompare per sempre. Sulla sparizione del giovane torinese si aprono diverse piste, una delle tante è legata al suo lavoro in nero in un cantiere edile. Su quell’ultima sera c’è una testimonianza che, all’epoca dei fatti, fu considerata attendibile, quella di Azhiz, un giovane uomo marocchino che viveva a Francica e ha raccontato ai carabinieri di aver visto Luca, in piazza, mentre saliva su un’auto scura di piccola cilindrata, con a bordo tre persone. Passati diciotto anni, per il destino del ragazzo si aprono due tragiche possibilità: data l’ossessione di Luca per il denaro dovuto dal suo lavoro (sei milioni di lire) non è escludibile un ricatto da parte delle tre persone viste da Azhiz sulla macchina nera. Che fossero delle persone a cui doveva un pesante debito? Quello che sappiamo è che la scomparsa, dopo quasi vent’anni, del piccolo Luca rimane un enigmatico mistero. Oggi Luca avrebbe 32 anni.