Home News Lione Juve | ipotesi porte chiuse per Coronavirus | FOTO

Lione Juve | ipotesi porte chiuse per Coronavirus | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:32
CONDIVIDI

Situazione Lione Juve Coronavirus: emerge una voce per la quale il match di Champions League potrebbe essere giocato senza pubblico.

lione Juve Coronavirus
Paura Coronavirus in Lione Juve con possibile match a porte chiuse FOTO viagginews

La partita Lione Juve, in programma questa sera alle ore 21:00 in Francia, potrebbe essere disputata a porte chiuse. È questa l’ipotesi che si fa strada dalla tarda mattinata del 26 febbraio 2020 come misura cautelativa per scongiurare qualsiasi complicazione legata alla epidemia da Coronavirus.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, morto in Emilia Romagna, il bilancio delle vittime sale a 12

Lo rende noto sul proprio profilo personale Twitter il giornalista Luca Momblano. Anche Oltralpe ci sono stati dei casi di contagio da Coronavirus. Ed ora le autorità locali di Lione starebbero premendo per far si che non ci siano tifosi presenti sugli spalti. La cosa ha destato non poche polemiche fino a ieri, con il chiaro messaggio lanciato alla UEFA dalla Francia: “Non vogliamo tifosi italiani a Lione”. La paura di un contagio ha portato anche a questo, con Maurizio Sarri che poi in conferenza stampa ha replicato per le rime ed in maniera alquanto pungente.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, famiglia di Pavia positiva per errore: una paura enorme

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lione Juve, isteria da Coronavirus in Francia

Non si sa se il provvedimento porte chiuse verrà effettivamente preso in Lione Juve, dal momento che mancano soltanto poche ore al fischio di inizio del match. Il quale è valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. Potrebbe anche esserci un’altra ipotesi per la quale le porte del ‘Parc OL’, lo stadio del Lione, restino chiuse solamente per i tifosi bianconeri. In ogni caso ci saranno delle complicazioni derivanti da qualsiasi cambiamento della normale situazione prevista.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, in Giappone si ferma tutto per 2 settimane: “Sono giorni decisivi”