Franca Martino: il caso della donna uccisa nel 2002 – VIDEO

Come è morta Franca Martino: il caso della donna uccisa a Campobasso a settembre 2009, le indagini per scoprire l’autore del brutale delitto.

Il 10 settembre 2002 nella tranquilla città di Campobasso, all’interno di una piccola copisteria, viene trovato il cadavere di una donna, Franca Martino. Il ritrovamento avvenne in seguito a una telefonata anonima.

Leggi anche –> Maria Teresa Procacci: il caso della donna uccisa nel 2009 – VIDEO

La chiamata avvertiva della presenza di una donna morta in via Mazzini, dentro la copisteria, il personale medico sanitario del Suem 118, che giungeva sul posto.

Leggi anche –> Rosina Raffaele: il caso della donna uccisa in casa a ottobre 2014

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi ha ucciso Franca Martino: la ricostruzione dell’omicidio

morto impiccato

La vittima, riversa in terra in un lago di sangue, presentava tagli alla testa e al collo. Il negozio in cui venne trovata era di proprietà della figlia. Sul corpo evidenti ferite da coltello e un colpo alla nuca sferrato con un oggetto contundente. Ma chi poteva avere ucciso una mamma di famiglia all’interno – di fatto – della sua stessa attività commerciale? Gli agenti della Polizia di Stato, arrivati sul posto, indagarono sin da subito nella sfera privata della donna.

Si trattò di un’indagine complessa, tant’è che in più occasioni i poliziotti nel corso degli anni dovettero tornare sul luogo del delitto per riesaminare frammenti di pelle e di capelli rinvenuti al suo interno. Del delitto venne accusato Michele Sepede, genero della vittima, che venne arrestato un mese dopo. Dalle indagini emerse un particolare inquietante: un paio di anni prima era morto in casa Emilio Sepede, padre del giovane arrestato.

Il movente del duplice omicidio

Bollato nel 2000 come un incidente domestico, quel caso venne riaperto ed accostato a quello della morte di Franca Martino. Ad aprile 2008, Michele Sepede venne condannato all’ergastolo per entrambi gli omicidi. Nei processi emerse il movente dei due delitti, ovvero condizioni economiche sfavorevoli che l’imputato avrebbe tenuto nascoste anche alla moglie, che fino a un certo punto difese anche l’uomo. Fondamentale il ruolo del pm Rossana Venditti nel ricostruire i 2 delitti.

uomo uccide moglie