Scomparsa di Maddie McCann, la polizia sta cercando due nuovi sospettati

Scomparsa di Maddie McCann, la polizia portoghese e quella britannica collaborano nella ricerca di due nuovi sospettati. 

(Carol Hickman)

La polizia che sta indagando sulla scomparsa di Madeleine McCann, Maddie, ha interrogato una barista britannica per via del suo ex fidanzato tedesco. A Carol Hickman, 59 anni, sono state chieste informazioni su Michael Jehle, 51 anni, che vive vicino a Praia da Luz, dove Maddie, tre anni, è scomparsa nel 2007. Il signor Jehle ha insistito per andare al Sunday Mirror, dove durante un’intervista ha dichiarato di non sapere nulla di Maddie. “La polizia sa dove vivo”, ha aggiunto. Carol Hickman ha raccontato oggi dell’accaduto. Carol vive in Algarve dal 1997 e lavora al Kelly’s Bar, a soli 450 metri da dove Madeleine è scomparsa il 3 maggio 2007. Ha raccontato che due ufficiali in borghese, che lavorano per Scotland Yard, hanno chiesto anche di un’arredatrice tedesca. Carol è sicura che gli agenti della polizia giudiziaria portoghese stavano cercando di rintracciare il suo ex e un’altra delle sue vecchie fiamme, una donna tedesca: “Sono entrati nel bar e hanno detto: “Potete ringraziare Sua Maestà per questa visita”. Fu allora che capii che erano di Scotland Yard. Mi hanno chiesto se potevo ricordare il 3 maggio 2007. “Certo che mi ricordo”, ho detto. Ero al bar e abbiamo ricevuto una chiamata da amici che dicevano che una bambina era scomparsa. Siamo usciti per la ricerca e siamo stati fuori tutta la notte”. Dopo l’interrogatorio al bar, la polizia è tornata a cercare Carola a casa sua. “Chiedevano di Madeleine e si sono interessati al mio ex fidanzato tedesco. Abbiamo avuto una relazione per 18 mesi, ma al momento della scomparsa di Maddie non stavamo insieme da anni. Mi stupisce che mi chiedano di lui. Era un simpatico hippie. La polizia mi ha chiesto se avessi dei numeri di telefono, o se fossi sua amica su Facebook, ma non lo sono”.

Potrebbe interessarti anche –> Maddie McCann, il post commovente dei genitori: “Le ragioni per cui ci manca”

Scomparsa di Maddie McCann, il Kelly’s Bar resta nel mirino della polizia

(Michael Jehle)

È la seconda volta che il Kelly’s Bar, a quattro minuti a piedi dall’appartamento dei McCanns, viene menzionato nell’inchiesta.
La notte in cui Madeleine Madeleine è scomparsa Martin Smith era lì con la sua famiglia. Mentre se ne andavano, hanno visto un uomo che trasportava una piccola ragazza bionda che credono essere Madeleine. Stasera il ricordo è tornato vivo, e Martin lo ha raccontato al Sunday Mirror: “Il posto era molto tranquillo in quel periodo dell’anno, quindi era sicuramente la bambina”. I detective di Scotland Yard hanno visitato il Portogallo cinque volte nel 2019, ma nulla fa pensare che il signor Jehle o la donna tedesca siano considerati sospetti. Si crede però che possano aiutare la polizia ad ottenere nuove informazioni. Il signor Jehle è in Portogallo dal 1995 e ora vive a Monte Novo, Bensafrim, a 20 miglia da Praia da Luz. Quando The Mirror lo ha rintracciato non aveva idea del perché gli agenti avessero parlato con Carol. Ha detto: “Non so niente di Maddie McCann. Ho vissuto a Praia da Luz per molti anni, poi mi sono trasferito. Tutti mi conoscono, circa tre mesi fa mi hanno chiamato e mi hanno detto che la polizia mi stava cercando. Mi cercavano per un altro motivo, sono dovuto andare in tribunale perché avevo un problema con un amico. Questo non aveva niente a che fare con Maddie. La polizia sa dove vivo, ha il mio numero di telefono, può chiamarmi. (…) Ero con Carol nel 2004. E’ stato solo per un anno. Lavora al Kelly’s Bar, è ancora una mia buona amica. Ora ho un’altra ragazza. Ho avuto molte fidanzate”. Nel 2007 un’altra ex fidanzata del signor Jehle ha raccontato di essere stata interrogata dalla polizia: “Sei poliziotti, alcuni inglesi, sono entrati nel mio appartamento. Hanno detto al mio ragazzo di non muoversi mentre guardavano sotto il letto. In una seconda visita hanno controllato il congelatore, gli armadi e la dispensa. Mi hanno detto che stavano cercando Madeleine.”

Potrebbe interessarti anche –> Maddie McCann, bufera sull’ex investigatore: “Le ricerche sono uno spreco di risorse”

Scomparsa di Maddie McCann, per le indagini sono stati spesi più di 12 milioni di sterline

Maddie è scomparsa pochi giorni prima del suo quarto compleanno. I suoi genitori dottori, Kate e Gerry, erano con amici in una tavola calda di tapas, facendo a turno per tornare a controllare i bambini rimasti a dormire nell’appartamento affittato per le vacanze. L’indagine originale della polizia portoghese è stata ampiamente criticata, e il poliziotto Goncalo Amaral è stato licenziato dopo aver sostenuto falsamente che i McCanns erano coinvolti nel caso. La polizia britannica ha avviato una propria indagine nel 2013, l’Operazione Grange, dove sono stati spesi 12 milioni di sterline. Il Commissario della Polizia Metropolitana, Cressida Dick, ha detto che la polizia sta perseguendo “linee di indagine attive”, mentre la polizia portoghese ha aumentato il numero di agenti che lavorano sul caso. Lo scorso maggio è stato dichiarato che stanno cercando di rintracciare 13 persone di interesse, ma nessuno si è fatto avanti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!