Vincenzo Mollica, il dramma: “Ho paura di quando arriverà il buio”

Il giornalista Rai, Vincenzo Mollica, che sta continuando la sua battaglia con il glaucoma, si è confessato in un’intervista a Vanity Fair

Fin da piccolo il giornalista Rai, Vincenzo Mollica, è affetto da una grave malattia che sta continuando a peggiorare: il glaucoma. Nelle scorse settimane è stata la voce iconica del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, venendo così omaggiato dopo tanti anni di carriera. Lo stesso giornalista si è confessato ai microfoni di Vanity Fair racconta, in particolar modo, un incontro che ha cambiato la sua vita: “E’ stato Andrea Camilleri che mi ha insegnato a non vedere. Abbiamo vissuto contemporaneamente l’arrivo del glaucoma e ho imparato come dovevo comportarmi guardando, mi consenta il verbo, lui.”

LEGGI ANCHE >>> Vincenzo Mollica, l’omaggio da brividi: piangono tutti al Festival di Sanremo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vincenzo Mollica, le curiosità

Lo stesso Mollica ha continuato nel suo racconto emozionante ai microfoni di Vanity Fair: “Ho sperato che quel giorno non sarebbe arrivato mai, poi la comparsa del glaucoma ha accelerato tutto e mi ha lasciato un briciolo di vista, un piccolo fuoco, che cerco con tenacia di tenere acceso finché posso. Ho paura del buio che verrà perché, da lì, non si torna indietro, ma nel frattempo, cerco di non scoraggiarmi”. Infine, ha concluso con diverse curiosità della sua vita privata: “Da quando non vedo mi sembra di percepire meglio il carattere delle persone. Prima la distrazione degli occhi mi confondeva: ho scoperto che la voce dice moltissimo di chi sei. E anche che un film si può guardare con le orecchie. Non ho smesso di andare al cinema: le scene in cui non parlano me le spiega mia moglie”.