Valentina Cuppi: chi è la nuova presidentessa del Pd

Chi è la nuova presidentessa del Pd, Valentina Cuppi: carriera politica, famiglia, amicizie, curiosità sulla sua vita privata e ideologia.

(screenshot video)

Da quando nella giornata di ieri, Nicola Zingaretti, segretario del Pd, ha proposto il suo nome per la presidenza, sono in molti a chiedersi chi sia Valentina Cuppi, sindaca di Marzabotto.

Leggi anche –> Nicola Zingaretti, chi è: età, vita privata e carriera del segretario PD

“Valentina è una sindaca e questo rappresenta un ulteriore passo in avanti nella direzione auspicata di un coinvolgimento maggiore degli amministratori democratici nella vita del partito”, ha spiegato il segretario.

Leggi anche –> Nicola Zingaretti, chi è il nuovo segretario del Partito Democratico

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sappiamo di Valentina Cuppi

(screenshot video)

Ma chi è Valentina Cuppi, sindaca di uno della “città simbolo del sacrificio di tanti uomini e tante donne vittime dei crimini nazifascisti contro l’umanità”, come ricordato da Zingaretti? Classe 1983, studi filosofici, sposata con un figlio, la sindaca, prima di vincere le elezioni comunali dell’ anno scorso, è stata consigliere comunale con delega alla Pace e alla Memoria. In seguito, ha ricoperto il ruolo di vicesindaca con delega da assessore a Cultura e Turismo.

Insegnante di storia e filosofia, Valentina Cuppi rappresenta l’ala sinistra del Partito Democratico: nel 2013 – peraltro – è stata candidata alla Camera per le liste di Sel. Alle primarie 2019 del Partito Democratico, ha appoggiato Nicola Zingaretti, in campagna elettorale in Emilia-Romagna è stata al fianco di Bonaccini che proprio a Marzabotto ha chiuso la campagna elettorale. Dice di fare politica da sempre e “a 12 anni andavo a leggere le lettere dei condannati a morte dei campi di sterminio alla manifestazione del 25 Aprile”. Sarebbe inoltre amica di Mattia Santori, leader delle Sardine. I due si sarebbero conosciuti attraverso un amico comune, Davide Galletti, un giovane scomparso nel 2014 per una grave malattia e anche egli attivista politico.