Pavia | professore stupra alunna 13enne | succede a scuola

In provincia di Pavia professore stupra alunna 13enne. I fatti sembra siano avvenuti durante il consueto orario di lezione.

professore stupra alunna
Un professore stupra alunna in una scuola media della provincia di Pavia FOTO viagginews

Un professore stupra alunna a Broni, in provincia di Pavia, ed ora arriva la condanna per quanto di orribile commesso. Teatro dell’orrore è una scuola media dell’Oltrepò Pavese.

LEGGI ANCHE –> Incinta a 13 anni | non è stato il fidanzatino di 10 | la verità

Il docente ha ricevuto una pena a 5 anni e 4 mesi di carcere, con anche l’obbligo di versare alla famiglia della adolescente un risarcimento danni provvisionale di 30mila euro. A condannare il docente è il Tribunale di Pavia, con una pena detentiva più lieve rispetto a quanto chiesto dalla Procura della città lombarda. Infatti la prima richiesta era di 7 anni nei confronti dell’insegnante di 51 anni in questione. Il quale si è sempre proclamato innocente. Lui era un insegnante di sostegno ed i fatti sarebbero avvenuti proprio nel corso delle lezioni tenute da quest’ultimo.

LEGGI ANCHE –> Stupro di gruppo | branco di minorenni violenta ragazzina di 10 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Professore stupra alunna, lui aveva proseguito l’attività didattica indisturbato

Ma per i rappresentanti della giustizia e della legge le prove passate in disamina sono risultate incontrovertibili. Da qui l’esito del primo grado, che si è chiuso con un esito sfavorevole al docente seppur con una riduzione di un anno e 8 mesi. Il processo ha avuto luogo a porte chiuse e le indagini hanno avuto origine dopo che la ragazzina ha confidato quanto vissuto, tra il 2016 ed il 2017. Fino ad oggi l’uomo non ha mai cessato di compiere il proprio lavoro. E sempre in quella scuola dove tutto avrebbe avuto luogo. Nessun provvedimento era stato intrapreso nonostante il fatto fosse venuto alla luce. La famiglia della ragazzina si è costituita parte civile. E sembra certo il ricorso in appello da parte dei legali difensori dell’imputato giudicato colpevole di violenza carnale su minore.