Home News Malore al pigiama party, 18enne muore dopo una notte con le amiche

Malore al pigiama party, 18enne muore dopo una notte con le amiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:51
CONDIVIDI

Dopo una notte in compagnia delle amiche, la 18enne Sinead ha accusato un attacco cardiaco durante un pigiama party ed è morta.

Sinead era una ragazza carica di energie, sempre pronta a sollevare l’umore dei propri amici e dei propri familiari, appassionata di musica e di calcio. La sua giovane vita si è interrotta all’improvviso la notte tra venerdì e sabato. La sera prima era uscita con le amiche e doveva andarsi a coricare a casa di una di queste per un pigiama party. Sebbene avessero fatto tardi, si erano ritirare intorno alle 4 del mattino, la ragazza non aveva dimenticato di scrivere alla madre per dirle che tutto era andato per il meglio e che erano giunte a casa.

Leggi anche ->Muore a 8 anni dopo essere stata stuprata da 16 uomini, parenti compresi

Quel messaggio era un gesto di affetto nei confronti dei genitori, un modo per non farli preoccupare. Purtroppo, però, 6 ore dopo sono state le amiche di Sinead a chiamare la madre per dirle che la figlia aveva accusato un malore mentre dormiva. A quanto pare la diciottenne è stata vittima di un attacco cardiaco, i paramedici hanno fatto il possibile per salvarla, ma non c’è stato modo per ristabilire il battito. Adesso la sua famiglia aspetta il referto del coroner che chiarirà se il malore è dovuto ad un difetto congenito o ad altre cause.

Leggi anche ->Bimba di 3 anni uccisa a coltellate dalla babysitter: “Ha rotto il lettore dvd”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Accusa un malore a casa di un’amica, Sinead lascia un vuoto in chiunque la conoscesse

A raccontare la tragica morte della diciottenne di County Louth (Irlanda) è stata la madre Sharon in un’intervista concessa al ‘Liverpool Echo‘. La donna spiega che è già stata esclusa la pista dell’overdose: “Ci hanno detto che ha avuto un grave attacco cardiaco. Hanno già escluso che abbia assunto droghe o qualcosa del genere. Stanno verificando che non avesse un difetto cardiaco congenito”.

Di lei ha parlato anche un amico, Jamie, con il quale condivideva la passione per il Liverpool e per la musica. Il ragazzo la ricorda dolcemente, spiegando: “Era quel genere di persona che faceva ridere tutti, non permetteva a nessuno di essere triste”. Il giovane poi la descrive come una ragazza piena di interessi: “Amava così tante cose”, quindi si sofferma sul suo più grande amore: “Era una tifosa accanita del Liverpool. Qualsiasi progetto avesse, lo cambiava in funzione delle partite del Liverpool. Questa passione è ciò che ci ha legato inizialmente”.