Home News Adolescente morta, overdose a 15 anni: droga fornita dalla cugina

Adolescente morta, overdose a 15 anni: droga fornita dalla cugina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:51
CONDIVIDI

Una ragazza di 18 anni è stata arrestata, aveva fornito della droga a sua cugina di 15 anni. La ragazza ha avuto una overdose. 

Oakley Willoughby, di 18 anni, è stata arrestata per aver aiutato sua cugina Shakira Pellow nel comprare della droga. La quindicenne ha acquistato l’ecstasy da Joshua Ward e ha consumato la sostanza insieme a degli amici a Camborne. Shakira è collassata in un parco vicino casa sua, a Pengenon, Cornovaglia.

Leggi anche -> Ragazza di 17 anni aggredita da un toro a Milano: quali sono le condizioni 

La ragazza aveva detto ai suoi amici che si stava organizzando per procurarsi la sostanza, che avrebbe comprato dal diciottenne Joshua Ward. Ma era troppo nervosa per comprare la droga da sola e ha chiesto aiuto a sua cugina Oakley, che ha approcciato Ward con le 90 sterline che Shakira e i suoi amici avevano messo insieme. Successivamente, ha restituito la droga alla cugina e agli altri minorenni, che l’hanno consumata insieme nel parco. Tre sono collassati e sono stati portati in ospedale, ma Shakira non è sopravvissuta: è morta per arresto cardiaco e collasso di organi vitali.

Leggi anche -> Ragazza morta | crisi di asma la stronca al lavoro

Le sentenze e il dolore della famiglia

Oakley Willoughby ha negato l’accusa di possesso con intento di fornire una droga, classificata come sostanza di classe A, ed è stata condannata lunedì scorso. Il giudice Simon Carr ha sentenziato la ragazza a 12 mesi al riformatorio. Ward si è dichiarato colpevole e sarà sentenziato il prossimo mese alla stessa pena. La famiglia di Shakira ha rilasciato delle foto della loro ragazza in ospedale, poche ore prima della sua morte. L’intento è quello di avvertire gli altri giovani dell’immenso pericolo nell’assunzione di sostanze stupefacenti. “Shakira aveva così tanta voglia di vivere. Era aggraziata, gentile, solare, viva. Aveva tantissima umanità e compassione. Era una ragazza che si amava facilmente, voleva piacere a tutti, era molto gentile e rispettosa. Era divertente, popolare, un’amica leale e io, come sua madre, custodirò per sempre ogni ricordo che ho con lei“, questa la dichiarazione della madre Rita Hole, che da quando ha perso sua figlia ha sofferto di tre infarti e resta in vita solo per la sua famiglia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!