Giletti caccia l’ex brigatista Etro | “Meglio mani sporche di sangue” VIDEO

Raimondo Etro suscita l’indignazione di tutti con le sue parole circa il passato vissuto con le BR. Massimo Giletti reagisce in maniera forte.

Giletti Etro
Massimo Giletti manda via Raimondo Etro dalla sua trasmissione FOTO viagginews

Massimo Giletti caccia l’ex brigatista Raimondo Etro. Succede nel corso della consueta puntata in diretta de ‘Non è l’Arena’ su La7. L’intervento del 63enne membro della squadra che sequestrò ed uccise Aldo Moro a Roma dopo un lungo sequestro ha suscitato forte indignazione.

LEGGI ANCHE –> Giletti | lite in diretta tv | abbandona la trasmissione furente VIDEO

L’ex brigatista ha risposto mostrando denti ed artigli a Luca Telese e Daniela Santanché, anche loro presenti in studio, e con i quali il dibattito era diventato ben presto molto animato. Ad un certo punto un nervoso Etro, duellando verbalmente proprio nel corso di una schermaglia verbale con la Santanché, ha affermato: “Le mie mani sporche di sangue le preferisco così anziché di acqua, come Ponzio Pilato o di gente che nella vita non ci ha mai provato”. Il tutto mostrando proprio le mani con un gesto eloquente. Subito interviene Giletti che rimprovera l’ex brigatista.

LEGGI ANCHE –> Conduttore tv col rotto | mistero a Non è l’Arena | il motivo del volto tumefatto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Giletti Etro, il conduttore caccia l’ex brigatista e si spiega col pubblico

“Non ci si sporca le mani di sangue, bisogna cambiare non ammazzando”, dice il conduttore de ‘Non è l’Arena’ con autorevolezza. Raimondo Etro puntualizza: “Ho riconosciuto di avere sbagliato in passato”. Ma non arrivano le scuse sulla grave affermazione appena fatta. E quindi Giletti manda via Etro, indicandogli l’uscita dello studio. Il presentatore televisivo originario di Torino prende poi subito la parola con un primo piano e parla di quanto accaduto pochi secondi prima.

LEGGI ANCHE –> Il gravissimo lutto per il conduttore televisivo

“Inaccettabile sentire certe parole”

“Nella mia lunga carriera in televisione mi sono capitati due gravissimi episodi. A seguito dei quali ho dovuto mandare via i miei ospiti. In uno assistei ad una persona che sorrise sulle leggi razziali fasciste del 1938, che mandarono a morte tanti ebrei italiani. Ed ora non si può dire qualcosa del genere pensando che Etro è stato protagonista di uno dei fatti di sangue più gravi d’Italia. Ovvero la morte di Moro e dei suoi uomini di scorta. Questo non è accettabile. Quando si dice una frase del genere, speravo che Etro capisse che le battute su certe cose non si possono fare. Avrebbe potuto e dovuto scusarsi Dispiace per Etro, ma non avevo altra alternativa che indicargli l’uscita”.

GILETTI RIMPROVERA ETRO –> VIDEO

IL CONDUTTORE MANDA VIA L’EX BRIGATISTA –> VIDEO