Home News Primo morto per Coronavirus in Europa, cosa sta succedendo: cresce l’allarme

Primo morto per Coronavirus in Europa, cosa sta succedendo: cresce l’allarme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40
CONDIVIDI

Nelle scorse ore il Ministero della Salute francese ha confermato che è morto un uomo affetto da coronavirus: si tratta del primo decesso in Europa.

Il primo decesso di coronavirus in Europa si è verificato in Francia. La vittima era un turista cinese di 80 anni che da giorni si trovava in rianimazione. I medici francesi hanno fatto il possibile per salvargli la vita ma le sue condizioni di salute sono peggiorate fino a diventare critiche e nelle scorse ore sono stati costretti a dichiararne il decesso. L’uomo era uno degli undici casi di contagio riscontranti in Francia, ad annunciare il decesso del turista cinese è stato il ministro della Salute Agnes Buzyn.

Leggi anche ->Coronavirus e viaggi: precauzioni, limitazioni e misure di sicurezza

La situazione mondiale continua ad essere preoccupante. I casi di contagio aumentano ogni giorno e proprio ieri l’Oms ha dichiarato che sono saliti a 66.492. Anche il numero di decessi aumenta con il passare dei giorni, il bilancio delle vittime è salito a 1383. La maggior parte dei decessi si è verificata in Cina, a cui si aggiungono i casi isolati in Giappone, Taiwan e adesso Francia. Intanto pare sia stato riscontrato il primo caso di contagio in Africa. Al momento, però, bisogna verificare che il test Covid-19 sia positivo.

Leggi anche ->Coronavirus, famiglia terrorizzata: neonato di 8 mesi presenta tutti i sintomi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, situazione rassicurante in Italia

Dallo spallanzani arrivano delle notizie rassicuranti. Nell’ospedale romano sono ricoverati 3 pazienti affetti da coronavirus, un ricercatore italiano che si trovava a Wuhan e una coppia di turisti cinesi che si trovava a Roma. Il ragazzo è in buone condizioni, al momento è stabile e asintomatico e sta continuando la terapia antivirale. La coppia cinese, invece, è ricoverata nel reparto di terapia intensiva, ma la condizione dei due coniugi è stabile ed i parametri sono invariati. Questo lascia sperare bene per un possibile recupero, ma la prognosi rimane riservata.

viaggi-cancellati-coronavirus-rimborso (1)