Milan Juve Sarri | “Detesto le norme attuali ma quello è rigore”

Subito dopo Milan Juve Sarri dice la sua sull’episodio che è valso il calcio di rigore decisivo per l’1-1 finale dei suoi nella semifinale d’andata di Coppa Italia.

Milan Juve Sarri
Dopo Milan Juve Sarri parla del rigore che ha permesso ai suoi di pareggiare alla fine FOTO viagginews

Nell’immediato post-partita di Milan Juve, partita di andata delle semifinali di Coppa Italia, ha parlato Maurizio Sarri. L’allenatore bianconero ha fornito il proprio personale pensiero in merito al calcio di rigore assegnato alla sua squadra in pieno recupero. Al 91′ infatti Cristiano Ronaldo ha tirato dal dischetto, andando in gol per l’1-1 finale.

Leggi anche –> Wanda Nara, botta e risposta a distanza col padre Andres – VIDEO

Risultato che tiene in corsa entrambe le squadre in ottica qualificazione alla finale, ma che chiaramente adesso sposta di più la bilancia in favore dei campioni d’Italia. I quali potranno godere del fattore campo nell’incontro di ritorno, oltre al fatto di potere disporre anche della possibilità di vedere di buon occhio anche un eventuale pareggio per 0-0. Con un 1-1 si andrebbe invece ai tempi supplementari ed all’evenienza anche ai calci di rigore. Di contro qualsiasi altro punteggio di parità arriderebbe al Milan.

Leggi anche –> Razzismo calcio | insulti alla partita dei bambini | “Siete m****”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Milan Juve Sarri: “Rigore solare, queste norme non mi piacciono ma sono chiare”

Sul calcio di rigore in Milan Juve Sarri dice quanto segue. “Quel penalty è clamoroso, stando alle norme attuali. Il braccio dell’avversario è staccato dal corpo. Se poi devo rispondere anche su cosa penso nei confronti delle stesse norme, dico chiaramente che non mi piacciono. Non è che se a me non piace una legge vado a delinquere. Purtroppo le norme vigenti sono queste, e con le norme vigenti è rigore tutta la vita. Io non sono d’accordo ma le regole che ci sono vanno rispettate”. Abitro dell’incontro era Paolo Valeri di Roma, che da più parti ha ricevuto pesanti critiche e valutazioni molto negative per una direzione di gara che in generale non è piaciuta, a prescindere dalle preferenze di sorta. La decisione di concedere il rigore alla Juventus ha fatto seguito ad un tocco di mano del terzino Davide Calabria. Il milanista era di spalle e ha toccato il pallone con una mano su rovesciata di Cristiano Ronaldo.