Valerio Vannini: chi è il padre di Marco, il giovane ucciso a Ladispoli

Chi è Valerio Vannini, il padre di Marco, giovane ucciso a Ladispoli nella casa della fidanzata: la battaglia sua e della moglie per la verità.

(screenshot video)

Quando si parla della morte di Marco Vannini, ucciso il 18 maggio 2015 nella villa dei Ciontoli a Ladispoli, uno dei simboli è la sua coraggiosa mamma, Marina Conte. Lei in prima fila si è sempre battuta per la verità.

Leggi anche –> Caso Vannini, la madre sulla sentenza: “Ho lanciato un urlo di dolore”

Al suo fianco c’è sempre stato il marito e padre di Marco, Valerio Vannini, la cui testimonianza di coraggio e di ricerca della verità non è stata seconda a quella della moglie.

Leggi anche –> Processo morte Marco Vannini: la sentenza della Cassazione

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le battaglie di Valerio Vannini e la moglie per il figlio Marco

Mai nella coppia è mancata l’unità di intenti e Valerio Vannini è stato la spalla della moglie in questi anni. Dopo la sentenza di Cassazione, l’uomo ha sottolineato commosso: “Sono emozionatissimo, è una cosa bella, una cosa che speravamo. Stavamo perdendo l’entusiasmo e invece questa sentenza mi ha reso quel sorriso che non vedevo da tanti anni a Marina”.

Negli anni dunque è emersa la dignità di una coppia di genitori, uniti nel lutto e determinati nella ricerca della verità sulla morte del figlio. “Abbiamo perso tante battaglie ma quella più importante l’abbiamo vinta”, una frase pronunciata da Valerio Vannini dopo la sentenza di Cassazione che racchiude bene anni di battaglie per la giustizia. Battaglie che lui e la moglie hanno condotto nelle aule di tribunale, così come nelle trasmissioni televisive dedicate alla vicenda del figlio, per tenere alta l’attenzione su questo caso sconcertante.