Lutto nel cinema: muore a 25 anni Raphael Coleman, star di Tata Matilda

Si è spento prematuramente Raphael Coleman, giovane e brillante attore britannico noto soprattutto come protagonista di Nanny McPhee – Tata Matilda

Raphael Coleman è morto a 25 anni lo scorso 6 febbraio dopo essere improvvisamente collassato senza che avesse mai avuto “precedenti problemi di salute”. Era nato il 30 settembre 1994 a Londra e aveva iniziato la sua carriera nel 2005 con il film Nanny McPhee – Tata Matilda (regia di Kirk Jones) nella parte di Eric Brown, insieme a Emma Thompson, che gli era valso un Young Artist Awards oltre a una grandissima popolarità. Tra le altre pellicole di successo ricordiamo It’s Alive, regia di Josef Rusnak (2008), Il quarto tipo (The Fourth Kind), regia di Olatunde Osunsanmi (2009) e Edward’s Turmoil (2009), cortometraggio.

Leggi anche –> Morto Kirk Douglas, il mitico attore aveva 103 anni: l’annuncio del figlio Michael 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il doloroso addio a Raphael Coleman

Come riporta il Daily Mail, il patrigno Carsten Jensen ha annunciato via Facebook che Raphael Coleman è morto venerdì dopo inutili tentativi di rianimarlo. L’attore è morto senza “precedenti problemi di salute”. “Immagino – ha scritto Jensen – che non vi sia nulla che ti faccia vedere la morte ingiusta e insignificante come quando muore un giovane. È la vita stessa a essere sabotata. È successo a mia moglie Liz, il cui figlio più giovane, Raph di soli 25 anni, è morto venerdì scorso”.

La stessa Liz Jensen ha scritto su Twitter: “Riposa in pace il mio amato figlio Raphael Coleman, alias Iggy Fox. È morto facendo ciò che amava, lavorando per la causa più nobile di tutti. La sua famiglia non potrebbe essere più orgogliosa. Celebriamo tutto ciò che ha realizzato nella sua breve vita e apprezziamo la sua eredità”. Ma sono tanti in queste ore i messaggi di tributo pubblicati online (e non solo) per ricordare – si legge in uno di essi – “una delle anime più belle che si può sperare di incontrare”.

Sotto il nome di Iggy Fox, Raphael gestiva i social media di Extinction Rebellion – un movimento socio-politico non violento che si propone di contrastare i cambiamenti climatici, fermare la perdita di biodiversità e minimizzare il rischio di estinzione umana e il collasso ecologico – e parlava alle dimostrazioni. A 18 anni aveva viaggiato in Thailandia per inseguire la passione per la scienza ed era diventato un biologo. Poi era andato in Costa Rica e in Indonesia, specializzandosi come sub, quindi il lavoro per Extinction Rebellion.

EDS