Kansas, decapita l’ex suocera. Poi lascia la testa nel lavandino

Un episodio deplorevole accaduto nello statio del Kansas nel 2017 quando Rachael Hilyard ha ucciso Micki Davis: ora il processo a carico della donna

Kansas

Nel 2017 è accaduto l’episodio incredibile. Nello stato del Kansas, Stati Uniti, Rachael Hilyard, 38 anni di Wichita, ha ucciso Micki Davis, 63 anni. Ha usato dei coltelli da cucina per tagliarle la testa e per lasciare la testa nel lavandino. Proprio in questi giorni c’è stato il processo a carico della donna. Micki era andata a casa dell’ex nuora per prendere le cose del figlio dopo che la coppia si è separata.: insieme a lei c’era il nipotino di 9 anni. All’improvviso è successo di tutto: le due donne hanno litigato con il bambino che ha chiesto aiuto ma alla fine non c’è stato nulla da fare. Rachael ha preso un coltello da cucina e ha colpito l’ex suocera.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus: resta a Wuhan 17enne, nuovo ricovero allo Spallanzani

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Kansas, decapita l’ex suocera. Poi lascia la testa nel lavandino

Quando la polizia è arrivata sul posto  ha trovato il corpo della 63enne nello scantinato, mentre la sua testa era nel lavandino della cucina, come riportato dall’edizione del tabloid Daily Mail. C’è stata subito la confessione della donna 38enne che ha ammesso di aver perso la testa.  La sentenza è fissata per il 27 marzo.

Kansas