Stefano Nanni, chi è: storia del direttore d’orchestra “prodigio” a Sanremo

Il direttore d’orchestra cesenate Stefano Nanni è tra i protagonisti del Festival di Sanremo edizione 2020. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

I musicisti cesenati Stefano e Gianluca Nanni, figli d’arte, sono impegnati al 70° festival di Sanremo 2020 al fianco di Raphael Gualazzi con differenti ruoli: il primo come arrangiatore e direttore d’orchestra del brano in concorso e del brano in duetto, il secondo come accompagnatore alla batteria nell’esibizione del duetto. Stefano Nanni seguirà inoltre un super ospite nella serata finale, sempre in veste di arrangiatore e direttore d’orchestra. Conosciamolo più da vicino.

Leggi anche –> Chi è Raphael Gualazzi: età, fidanzata, vita privata e carriera del cantautore 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Stefano Nanni

Stefano Nanni, di Gattolino di Cesena, ha 54 anni ed è un affermato pianista, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra Jazz, diplomato in Pianoforte, direzione di coro e musica polifonica. Ha alle spalle lunghe collaborazioni con alcuni fra i più importanti solisti jazz italiani come Paolo Fresu, Gianni Basso, Fabrizio Bosso. Collabora inoltre con vari artisti nell’ambito della musica pop, jazz, cinematografica, classica e, come compositore e direttore, con orchestre sinfoniche italiane e straniere. Ha partecipato inoltre come compositore e pianista a vari spettacoli teatrali con Marco Paolini e Stefano Benni. In gioventù ha diretto il coro della parrocchia di Gattolino.

Nel 2018, in particolare, a Sanremo Stefano Nanni ha diretto l’orchestra per il brano interpretato da Giovanni Caccamo “Eterno” e durante l’esibizione del gruppo ospite Negramaro. Tutto ciò che dirige è arrangiato e orchestrato da lui stesso, secondo uno stile “artigianale” che la dice lunga sul talento e la maestria del personaggio che – last but not least – ha arrangiato anche diversi brani per il cantante Giuliano Sangiorgi.

EDS