Zucchero, chi è: età, vita privata, carriera del grande cantante

Zucchero è e passerà alla storia come l’artista che ha trasformato il blues. Ma nella sua vita c’è anche molto altro. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui.

Se c’è un cantante italiano che non ha bisogno di presentazioni, questo è Zucchero: alzi la mano chi non ha mai visto e (spprattutto) sentito l’artista che ha trasformato il blues. Il cantautore è apprezzato in tutto il mondo e ha regalato alla storia della musica tanti successi indimenticabili. Ma alcuni aspetti della sua vita – dal vero nome al passato da salumiere passando per la vita privata – sono meno noti al grande pubblico. Vediamoli più da vicino.

Leggi anche –> Zucchero, quante volte il cantante ha partecipato a Sanremo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Zucchero

Zucchero, all’anagrafe Adelmo Fornaciari, è nato il 25 settembre del 1955. E’ cresciuto con la passione per la musica, ma per mantenersi ha dovuto svolgere anche i lavori più umili – tra cui il salumiere e il fornaio – di cui però è sempre stato orgoglioso, non nascondendo il suo amore per la cucina. A pochi esami dalla laurea in Veterinaria, il Nostro ha deciso di lasciare gli studi per dedicarsi alla carriera da musicista.

Zucchero ha iniziato a farsi conoscere nell’ambiente musicale nel 1981, quando con i Taxi ha vinto il Festival di Castrocaro. Ma la sua prima apparizione al Festival di Sanremo nella Categoria Giovani si è conclusa con un disastroso penultimo posto che non sembrava non lasciargli grandi speranze. Idem il suo primo album: un clamoroso fiasco. La svolta è arrivata verso la metà degli anni Ottanta, quando il cantante ha deciso di partire alla volta dell’America e, una volta arrivato, ha scoperto il blues e il jazz, tracciando le linee di quello che è poi diventato il suo inconfondibile stile.

Al suo ritorno in Italia ucchero dedice di partecipare nuovamente a Sanremo con il brano Donne, che gli vale un altro penultimo posto. Stavolta, però, il pubblico lo premia in termini di ascolti. Tra il 1986 e il 1987 il cantante arriva la consacrazione con l’uscita dell’album Rispetto, a seguito dalla vittoria al Festivalbar con Non ti sopporto più. E l’inizio di una lunga serie di capolavori del cantautore (che, per inciso, è l’unico italiano a essersi esibito nello storico concerto di Woodstock).

Per quanto riguarda la vita privata, Zucchero è stato sposato con Angela Figliè, madre delle prime due figlie Alice e Irene. Il loro matrimonio, finito negli anni Ottanta, ha lasciato un segno indelebile nell’animo dell’artista, che ha avuto una profonda crisi depressiva superata solo grazie all’aiuto medico. “Contro la mia depressione il blues ha aiutato, mi ha salvato la vita dopo la separazione da mia moglie – ha confessato lui stesso -. È stata durissima, prendevo farmaci, sei mesi di Prozac, non uscivo di casa se non strettamente necessario, avevo attacchi di panico anche sul palco”. Zucchero ha poi ritrovato la serenità e la gioia di vivere con Francesca Mozer, sua seconda moglie che l’ha reso papà di Adelmo Blue.

EDS