Uomo uccide la figlia, l’inquietante ultimo messaggio prima della tragedia

Cherie Rangeley è rimasta a piangere la figlia Paige, di 10 anni. La bambina è morta quando il padre Gary Bolton ha barricato la porta della loro casa e ha incendiato la camera da letto, uccidendoli entrambi.

Cherie Rangeley, 43 anni, è una donna distrutta dal dolore della perdita della figlia Paige, di anni 10. Gary Bolton ha barricato la porta della casa di Hull e ha dato fuoco alla camera da letto. Gary non era neanche il padre biologico della piccola Paige, che era stata concepita attraverso un donatore di sperma, insieme a suo fratello gemello Ethan, morto a soli sei mesi di vita.

Cherie ha affrontato l’incubo più grande nella vita di ogni genitore, quando ha viaggiato fino a Sheffield per identificare il corpo della figlia. “Non riuscivo a lasciarla in quella stanza, continuavo a tenerle la mano, a baciarle la faccia. Ho perso due figli ora”, queste le parole strazianti della donna. Paige e Gary Bolton sono morti per le inalazioni da fumo, l’uomo è morto sul posto, mentre la piccola Paige è morta più tardi, in ospedale.

Il messaggio scioccante

Prima di dare fuoco alla casa Gary aveva mandato un messaggio a Cherie, che mostra la fragilità del suo stato mentale. “Vivere la propria vita attraverso quella di qualcun altro è come un incidente d’auto. Metti le mie ceneri insieme a quelle di Ethan e troverò mio padre”. La donna però ha visto il messaggio solo il giorno successivo, quando ormai era troppo tardi. I due erano stati legati da una relazione di quindici anni, dalla quale erano nati Paige e Ethan, attraverso l’inseminazione in vitro. I gemelli erano nati prematuri ed erano molto malati dalla nascita, ma Paige era riuscita a superare le avversità, al contrario di suo fratello.

Cherie e Gary si erano separati nel 2016, dopo 15 anni insieme. Quando Cherie aveva perso la casa nel 2017 ha dovuto concedere l’affidamento di Paige all’ex compagno, per impedire alla bambina di essere presa in custodia dai servizi sociali. Quando però Cherie si era rimessa in piedi, Gary si era mostrato riluttante nel lasciarle vedere la bambina che, tragicamente, la donna ha visto l’ultima volta sulla tomba del fratellino all’anniversario della sua morte. Cherie ritiene che il suo ex partner fosse molto malato e crede che stesse in uno stato di paranoia e OCD, per cui però non aveva mai voluto ricevere cure.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!