Sanremo 2020 | L’omaggio a Fabrizio Frizzi da brividi: tutti in piedi

Sanremo 2020, a pochi minuti dall’inizio della seconda puntata Amadeus ricorda Frizzi: l’omaggio a Fabrizio è da brividi, tutti in piedi tra il pubblico.

E’ iniziata solo da pochi minuti la seconda serata del Festival di Sanremo 2020, ma il pubblico si è già emozionato. Oggi infatti si sarebbe celebrato il 62esimo compleanno di Fabrizio Frizzi, storico presentatore Rai mancato a Marzo 2018. Amadeus lo ha ricordato con parole molto dolci, in compagnia del pubblico dell’Ariston, assicurando che se l’amico fosse stato ancora in vita ci sarebbe stato sicuramente lui a condurre questa 70esima edizione del Festival.

Potrebbe interessarti anche –> Fabrizio Frizzi, “Avrebbe dovuto dirmi ‘ti amo’ in diretta e non lo fece” – FOTO

Sanremo 2020, l’omaggio a Fabrizio Frizzi: sul palco Carlotta Mantovan

Amadeus ha chiamato sul palco dell’Ariston Carlotta Mantovan, moglie di Fabrizio. I due insieme hanno ricordato i desideri di Frizzi, tra cui anche quello di condurre il Festival di Sanremo. Questo piccolo pensiero per ricordare Fabrizio, il giorno del suo compleanno, è stato davvero commovente e il pubblico in sale si è alzato in piedi applaudendo il presentatore scomparso.

Sanremo 2020, scaletta della seconda serata

Oggi, mercoledì 5 febbraio, si esibiranno in quest’ordine i grandi cantanti concorrenti al Festival di Sanremo:

  1. Piero Pelù con “Gigante”
  2. Elettra Lamborghini con “Musica, e il resto scompare”
  3. Enrico Nigiotti con “Baciami adesso”
  4. Levante con “Tikibombom”
  5. Pinguini Tattici Nucleari con “Ringo Starr”
  6. Tosca con “Ho amato tutto”
  7. Francesco Gabbani con “Viceversa”
  8. Paolo Jannacci con “Voglio parlarti adesso”
  9. Rancore con “Eden”
  10. Junior Cally con “No grazie”
  11. Giordana Angi con “Come mia madre”
  12. Michele Zarrillo con “Nell’estasi o nel fango”

Gli ospiti più attesi sul palco dell’Ariston sono la storica band dei Ricchi e Poveri, nella loro formazione originale formata da Franco Gatti, Angela Brambati, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu. Sarà una grande riunione dopo anni di separazione. Attesi anche Massimo Ranieri, Zucchero e Gigi D’Alessio. Un momento commovente sarà quello dedicato a Paolo Palumbo, un cantante di 22 anni malato di sclerosi laterale amiotrofica. Il direttore artistico Amadeus lo ha voluto sul palco dell’Ariston per dargli la possibilità di cantare il suo brano “Io sono Paolo”: Palumbo non riesce più a parlare, quindi l’esibizione si farà grazie ad un riproduttore vocale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie su Sanremo 2020 in tempo reale CLICCA QUI!