Sanremo 2020: come è nata l’amicizia tra Morgan e Bugo

Questa sera inizierà la settantesima edizione del Festival di Sanremo 2020 e tra i partecipanti ci sarà anche la coppia formata da Morgan e Bugo, che offrono una spiegazione sul perché si presentano in coppia.

Stasera l’inaugurazione del Festival di Sanremo 2020, tra i big in coppia Morgan con Bugo, una coppia insolita per chi non conosce la storia tra i due cantanti, fatta di amicizia e stima reciproca. Così hanno scelto sui social di raccontare la loro storia. Morgan, che è già stato più volte al Festival, festeggia quest’anno i 30 anni di carriera, concerti e televisione.

Morgan papà

In un lungo post Marco Catoldi, in arte Morgan, racconta di come negli anni ’90 si era imbattuto nei video di Bugo, che l’aveva subito attratto. Lo trovava bizzarro e sgangherato, ma anche rigoroso e lucido. Un cantante eclettico che si era evoluto spaziando tra generi di musica diversi, dal folk, all’elettronica. I due si sono incontrati, però, solo nel 2002 durante un festival rock. Dopo un quarto d’ora che si conoscevano, erano già sul palco a suonare insieme e da quel giorno era iniziata l’amicizia.

Leggi anche -> Elodie, Andromeda: testo, video e significato della canzone di Sanremo 2020

Negli anni della loro amicizia hanno lavorato insieme a molte canzoni, ma non hanno mai rilasciato nulla, almeno fino a quest’anno, con il pezzo scritto per Sanremo, Sincero. “Quasi ogni anno dal 2012 Bugo mi ha chiesto di fare il Festival di Sanremo con lui e a me l’idea è sempre piaciuta, ma poi è sempre finito tutto in un rimandare all’anno prossimo”, così commenta Morgan. Il cantante l’anno scorso si è trovato in una situazione da incubo, senza il supporto di quasi nessuno dei suoi colleghi, ad eccezione per Bugo. “Io durante quell’agonia ho più volte chiesto la solidarietà o anche solo un supporto morale ai miei colleghi ‘artisti’ cantautori, con riferimento a quelli abbienti e molto influenti che hanno fatto finta di niente e ancora non so spiegarmi con che coraggio. Nella totalità di questa omertosa assenza di empatia che ho ricevuto, tre sono stato quelli che hanno speso parole di stima nei miei confronti e uno di questi è Bugo, che ha scritto e parlato, che ha suonato le mie canzoni per ricordare, a chi se lo era dimenticato, chi ero io”. Per questo Morgan porta la sua riconoscenza a Bugo e si dice entusiasta si partecipare quest’anno insieme al Festival con un suo amico.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

cantanti Sanremo 2020
“Perché Sanremo è Sanremo”