Zhou Fenxia ‘Sonia’: chi è la nota ristoratrice, curiosità e vita privata

Sonia, alias Zhou Fenxia, chi è la nota ristoratrice, curiosità e vita privata: dall’arrivo in Italia fino alla crisi legata al nuovo Coronavirus.

(screenshot video)

Zhou “Sonia” Fenxia è nata nel 1968 a Huzhou. Si tratta di una cittadina di media grandezza nella provincia sudorientale dello Zhejiang. Da qui, a partire dagli anni Ottanta, si è sviluppato un movimento migratorio altissimo verso l’Italia.

Leggi anche –> Coronavirus, duro colpo all’economia cinese: quanto costa la crisi

In molti, negli anni, hanno investito nel nostro Paese, provando a dar vita a una propria attività. Tantissimi hanno quindi provato la strada della ristorazione, proprio come Sonia, come tutti la conoscono.

Leggi anche –> Allarme Coronavirus: è sicuro mangiare nei ristoranti cinesi in Italia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Sonia, alias Zhou Fenxia, nota ristoratrice cinese

A oggi i cinesi regolarmente documentati in Italia sono 300mila, la maggior parte dei quali divisa fra Milano, Roma e Prato. Tra loro, Zhou Fenxia si è saputa distinguere, grazie al suo ristorante, forse il più noto di Roma e d’Italia. Questo è dovuto anche al fatto che di lei hanno parlato giornali e riviste specializzate. Inoltre, ha avuto una piccola parte, quella dell’origamista Masako, nella web serie Il caso Ziqqurat, regia di Fulvio Risuleo e con protagonista Tonio Cartonio.

In Cina, Zhou Fenxia lavorava come contabile in un’azienda, poi nel 1991 la scelta di venire in Italia insieme al marito. Si è trovata a lavorare all’Hang Zhou, un piccolo ristorante chiamato come la capitale dello Zhejiang, di proprietà dello zio del marito. Grazie a lei, è diventato un ristorante di lusso, spostatosi nei pressi di Piazza Vittorio. Il successo è stato così grande che è diventata addirittura testimonial dell’ultima campagna pubblicitaria di Gucci.

La crisi legata al Coronavirus

La nota ristoratrice cinese ha denunciato in un’intervista a La Presse la crisi legata al Coronavirus: “Questa agitazione mette a rischio le nostre attività. Ho parlato con tanti colleghi, non solo ristoratori ma anche parrucchieri, titolari di negozi. Sono preoccupati, se si prosegue così alcuni rischiano la chiusura”. Ha anche evidenziato di aver avuto una 50ina di disdette soltanto la sera dei festeggiamenti per il Capodanno cinese.

Successivamente, ‘Sonia’ si è sfogata in diretta a Piazza Pulita, il programma di La7 condotto da Corrado Formigli. Il giornalista, in tutta risposta, ha mangiato un involtino primavera in chiave ‘anti-psicosi’. Lo stesso gesto che aveva fatto Barbara D’Urso, che però aveva mangiato un biscotto della fortuna. L’imprenditrice nei giorni scorsi ha pubblicato un lungo messaggio sul profilo Facebook del locale: ha chiesto di ‘combattere la paura’ e ha ricevuto un enorme sostegno.