Immagini del Sole | la superficie della nostra stella mai vista così FOTO

Non avevamo mai avuto immagine del Sole così nel dettaglio. Il telescopio Inouye, posto alle Hawaii, ci svela la superficie dell’astro come mai prima.

Immagini del Sole
Nuove immagini del Sole con la superficie mai osservata in questo modo prima di oggi FOTO viagginews

Il telescopio solare Inouye della National Science Fiubdation ha diffuso delle immagini del Sole davvero sensazionali. In esse possiamo ammirare per la prima volta dei dettagli mai osservati prima circa la superficie della nostra stella.

LEGGI ANCHE –> Jurij Gagarin, chi è: storia del primo uomo a volare nello spazio

Lo strumento del diametro di 4 metri posto sulla cima del monte Haleakala, nelle Hawaii, fa vedere tutto un reticolo di plasma incandescente, che raggiunge i 5mila gradi. Si notano delle strutture a forma di cellule, che gli scienziati hanno stimato avere ognuna una estensione grande quanto lo stato americano del Texas. E ciascuna di queste singole regioni è in continuo fermento, a causa dell’immane calore che dalle parti più interne dell’astro emerge fino alla corona per poi propagarsi nello spazio. Una volta in superficie le temperature calano, dai milioni di gradi originari.

LEGGI ANCHE –> Quando e soprattutto dove avverrà il rientro di Luca Parmitano sulla Terra?

LEGGI ANCHE –> Buco nero | scoperto uno a due passi dalla Terra | Impossibile per le leggi fisiche

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Immagini del Sole, la nostra stella osservata così nel dettaglio per la prima volta

In alcune parti il plasma, raffreddando, cade di nuovo sotto la superficie dando vita al caratteristico fenomeno delle macchie solari. Un processo nato dai moti di convezione. Il telescopio Inouye non è adibito solamente per l’osservazione delle immagini del Sole in maniera così diretta e dettagliata. Sarà infatti anche uno strumento utile per studiare i campi magnetici che si formano attorno alla corona solare. L’astro infatti origina delle eruzioni che liberano il cosiddetto vento solare, il quale investe in pieno la Terra (oltre a tutto quanto c’è nel Sistema Solare). Il campo magnetico terrestre funge da protezione contro le radiazioni del vento solare. La cui attività può comunque influire anche con effetti negativi sulle comunicazioni satellitari, le reti elettriche ed il corretto funzionamento del GPS.

LEGGI ANCHE –> Nasa, l’uomo “toccherà” il Sole come Icaro: pronte le due sonde spaziali

LEGGI ANCHE –> L’aurora boreale vista dallo spazio: il video della NASA

Gestione cookie