Mamma 23enne perde le sue due gemelle nel giro di pochi mesi

Zoe, mamma 23enne, ha dovuto accettare di dire addio alle sue gemelle neonate, morte nel giro di pochi mesi dal parto precoce.

La devastante tragedia che sta vivendo una coppia di giovani sposi si riassume perfettamente nelle parole che Zoe Marsh ha pronunciato nel commentare la morte delle sue figlie: “A 23 anni non ti aspetti di dover seppellire le tue figlie”. Come potresti d’altronde pensare ad uno scenario così tragico, il peggiore che qualsiasi futuro genitore potrebbe immaginare. I problemi della giovane mamma e delle sue piccole sono iniziati quando Zoe è giunta alla 18a settimana di gravidanza. Ad un tratto ha sentito del dolore ed ha capito che qualcosa non stava andando per il verso giusto.

Leggi anche ->Neonato in coma a Padova: arriva una terribile notizia

Giunta in ospedale per una ecografia, Zoe ha scoperto che le sue bambine si trovavano in una condizione di pericolo rara: aveva infatti una gravidanza gemellare con placenta condivisa. I medici hanno quindi cercato di operarla con il laser nella speranza di riuscire a dividere la placenta e permettere alle due gemelle di crescere indipendentemente l’una dall’altra. Il giorno seguente, però, le si sono rotte le acque. I medici sono riusciti a far proseguire la gravidanza sino alla 26a settimana.

Leggi anche ->Neonata morta | in famiglia nessuno sapeva della gravidanza

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mamma costretta dire addio alle sue gemelle

Come spiegato dalla giovane mamma al ‘Mirror‘, quando Ayva e Arya sono nate erano pericolosamente sotto peso (500 e 400 grammi). La prima, inoltre, aveva problemi ai reni e dopo 3 giorni di ricovero in ospedale è deceduta. Su di lei Zoe ha detto: “Era sorprendente ed esuberante. Aveva un occhio aperto e non ti perdeva di vista. Ha cominciato a stare male e le sue condizioni peggioravano. Continuava a gonfiare perché non riusciva a liberasi di nessun fluido”. Deceduta la prima figlia e ancora in lutto, Zoe ed il compagno David hanno ricevuto un’altra brutta notizia.

L’altra figlia Arya aveva un buco nell’intestino ed era necessaria un’operazione per salvarle la vita. L’operazione è andata per il meglio, ma qualche tempo dopo si è scoperto che la piccola soffriva di enterocolite necrotica. In pratica i tessuti del suo intestino erano infiammati e cominciavano a morire. La neonata è stata sottoposta ad altri due interventi chirurgici. Nonostante queste procedute la piccola Arya ha sviluppato un’infezione ed è diventata settica.

A quel punto i genitori hanno dovuto decidere di portarla dall’ospedale di Swansea in un’ospedale specializzato a Ty Hafan. Le chance che sopravvivesse erano ridotte al minimo e per questo motivo hanno deciso di fare una sosta a casa. Qui Arya ha avuto modo di conoscere i nonni ed il cane di famiglia. Inoltre ha fatto il suo primo ed unico bagno. Pochi giorni dopo Natale la bambina si è spenta ed i suoi genitori si sono dovuti arrendere all’idea di celebrare un secondo funerale nel giro di pochi mesi.