Home News Violentata nel sonno | lo stupratore prende il Viagra e la assalta

Violentata nel sonno | lo stupratore prende il Viagra e la assalta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:47
CONDIVIDI

Un uomo assume il Viagra e si scaglia contro una amica che dorme. La donna violentata nel sonno lamenta ora un disturbo enorme e non solo.

violentata nel sonno
Donna violentata nel sonno da amico che aveva assunto il Viagra FOTO viagginews

Una donna è stata violentata nel sonno da un uomo che si era avvalso del Viagra. Il tutto con il preciso scopo di compiere il proprio orribile proposito. Lui si chiama Bryan Poole, ha 44 anni ed un tribunale di Manchester lo ha condannato a 8 anni di carcere per i fatti avvenuti nel 2017.

LEGGI ANCHE –> Stupratore seriale | finalmente in manette | abusa di quasi 200 uomini in 10 anni

La vittima dormiva quando lui cedette ai propri insani impulsi ed assunse la nota pillola blu per contrastare la disfunzione erettile. Il tutto avvenne a seguito di una festa in casa proprio della donna stuprata, a Sale Moor. In occasione del processo svoltosi al Minshull Street Crown Court di Manchester, lei ha affermato di essersi sentita svilita, “offesa nella mia dignità di donna, sporca e colpevole pur non avendo compiuto niente di male”. Le è stato riscontrato anche un disturbo post traumatico.

LEGGI ANCHE –> Moglie uccide marito, fatale cocktail di Viagra: la figlia la denuncia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Violentata nel sonno, la donna ha perso lavoro e famiglia

La donna violentata nel sonno ha anche lamentato di avvertire la desolante sensazione di non riuscirsi a fidare più di nessuno. Quanto di brutto vissuto sulla propria pelle l’ha spinta ad isolarsi ed a diffidare di chiunque. Una condizione che ha avuto notevoli ripercussioni in negativo sulla sua vita e sulla sua salute mentale. Addirittura la stessa avrebbe perso il lavoro ed anche qualsiasi rapporto con gli altri membri della sua famiglia. La stessa ha pure riferito che in diversi non volevano crederle. Lei ha anche aggiunto di conoscere Bryan Poole sin da quando entrambi erano bambini. E questo è un motivo ulteriore che ha contribuito ad accrescere lo shock. L’uomo ha negato sempre qualsiasi addebito a suo carico, parlando di un rapporto consenziente. Ma il giudice non gli ha creduto e lo ha condannato per stupro.

LEGGI ANCHE –> Aida Yespica stuprata a 5 anni: confessione choc della showgirl venezuelana