Educatrice tortura e insulta un bambino: “Il tuo naso è disgustoso”

Dopo un indagine della polizia un educatrice di un asilo scozzese è stata rimossa dall’incarico e accusata di maltrattamenti ai danni di un bambino.

In questi ultimi anni sono emersi numerosi casi di maltrattamento di bambini nelle scuole materne e negli asili nido. Spesso le educatrici non riescono a dimostrare la necessaria sensibilità e cura nei confronti dei piccoli, rispondendo alla loro naturale vivacità con minacce comportamenti vessatori e vere e proprie aggressioni fisiche. L’ultimo caso di questo tipo emerge dal ‘Mirror‘ e si è verificato in Scozia, dove un educatrice aveva preso di mira uno dei piccoli ospiti dell’asilo.

Leggi anche ->Maltrattamenti asilo | arrestate due maestre | schiaffi e insulti ai bimbi

La donna, Nicola McGregor, bullizzava letteralmente il bambino ogni giorno. Gli abusi ai danni del piccolo passavano dagli insulti, una volta gli ha detto: “Il tuo naso e disgustoso“, a vere e proprie azioni di violenza. Quando il bambino si muoveva verso gli altri lo strattonava o lo afferrava con forza dal braccio. In un’occasione gli ha persino introdotto con la forza una forchetta perché si rifiutava di mangiare.

Leggi anche ->Torino, malore all’asilo: bimba morta a soli 2 anni e mezzo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Educatrice licenziata e accusata di maltrattamenti: picchiava e insultava un bambino

Le violenze della donna sono state scoperte durante un’indagine della polizia. Le investigazioni sono partite dopo che i genitori del bambino hanno notato un cambio repentino nell’umore del figlio. Il piccolo diventava taciturno e di cattivo umore ogni volta che doveva andare all’asilo. Insospettiti da questo comportamento hanno palesato i loro sospetti alle forze dell’ordine. Dalle indagini sono emersi i dettagli di cui abbiamo parlato sopra ed ora l’educatrice è stata licenziata e rischia di essere condannata.

Nel comunicato dell’istituto con il quale è stato ufficializzato il licenziamento della donna si legge: “Il comportamento abusivo da parte di un’operatrice dei servizi sociali è un abuso di posizione e potere e rompe la fiducia e la sicurezza nei confronti dei lavoratori da parte di chi si affida ai servizi sociali. Questa condotta, contro un bambino piccolo, viola gli standard richiesti per qualcuno che lavora in questo settore”.

Gestione cookie