Home News Coronavirus, allertate anche le scuole italiane: “Massima attenzione”

Coronavirus, allertate anche le scuole italiane: “Massima attenzione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59
CONDIVIDI

Il Coronavirus che ha ucciso decine di persone in Cina, allertate anche le scuole italiane: “Massima attenzione e diffusione, cosa fare”.

(Kevin Frayer/Getty Images)

Il ministero dell’Istruzione ha diffuso una circolare nelle scuole italiane, invitando a prestare attenzione al Coronavirus, il virus mortale che ha ucciso almeno 80 persone in Cina.

Leggi anche –> Coronavirus: sconsigliati i viaggi in Cina

Intanto, la fobia per il nuovo coronavirus cresce in tutto il mondo i controlli vengono intensificati anche in Italia.

Leggi anche –> Allarme Coronavirus: è sicuro mangiare nei ristoranti cinesi in Italia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Circolare del ministero nelle Scuole Italiane per il Coronavirus

(Kevin Frayer/Getty Images)

Per ora, in Italia si sono avuti soltanto falsi allarmi, riguardanti pochi casi di persone rientranti nel nostro Paese dalla zona di Wuhan. Ma il ministero invita a non abbassare la guardia e ricostruisce nella circolare cosa sta avvenendo, segnalando “un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei”. Diverse sono le raccomandazioni da parte del ministero, a partire dall’evitare viaggi nella zona interessata.

Qualora fosse necessario, innanzitutto “vaccinarsi contro l’influenza almeno 2 settimane prima della partenza” ed “evitare il contatto diretto con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute”. Poi ancora l’invito a lavarsi bene le mani e a prendere precauzioni importanti sia nei mercati ittici, che nel contatto con animali vivi. Nel caso in cui “il paziente venga posto in isolamento domiciliare, sia il paziente che i familiari devono essere istruiti per applicare le precauzioni standard di biosicurezza, quelle per prevenire la trasmissione per aerosol e per contatto”. L’invito è a prestare attenzione e alla massima diffusione della circolare.