Michele Misseri scrive a Barbara D’Urso: “Sono l’unico colpevole”

All’indomani della nuova condanna a 4 anni per depistaggio, Michele Misseri scrive a Barbara D’Urso per ribadire di aver ucciso da solo Sarah Scazzi.

Il delitto di Avetrana, in cui ha perso la vita la 15enne Sarah Scazzi, è uno dei più contorti degli ultimi anni. Condannate per l’omicidio dell’adolescente sono state Sabrina Misseri e Cosima Serrano, cugina e zia della ragazza. Dopo mesi d’indagini e anni di processi, i magistrati hanno ritenuto le due donne colpevoli e le hanno condannate all’ergastolo. Il movente dell’omicidio sarebbe stata la crescente gelosia di Sabrina nei confronti di Sarah. Le due, infatti, erano invaghite dello stesso ragazzo, Ivano Russo, e pare che questo avesse mostrato affetto per Sarah.

Leggi anche ->Sabrina Misseri insiste: “Non ho ucciso mia cugina Sarah, ecco le prove”

Sebbene l’affetto di Ivano fosse fraterno, Sabrina, che pare fosse ossessivamente presa dal ragazzo, avrebbe quindi voluto punire la cugina per aver voluto stringere un rapporto con il suo amato. Secondo la ricostruzione, Sabrina e Cosima avrebbero legato Sarah all’interno di un fienile per poi ucciderla. A liberarsi delle prove, corpo e telefonino, sarebbe stato poi Michele Misseri, padre di Sabrina e marito di Cosima.

Leggi anche ->Sarah Scazzi, Sabrina Misseri “da 10 anni in carcere da innocente”

Michele Misseri scrive a Barbara D’Urso: “Sono l’unico colpevole”

Proprio Michele Misseri è stato a lungo al centro delle indagini. L’uomo infatti ha confessato di aver ucciso la nipote, ma nel corso degli interrogatori si è contraddetto più volte e la sua testimonianza è stata ritenuta inattendibile. Nel corso del processo principale è stato condannato per aver occultato il cadavere. Nei giorni scorsi, invece, nel corso del processo bis sui depistaggi è stato condannato a 4 anni di reclusione per aver rallentato il corso della giustizia con dichiarazioni false. Stessa condanna che è stata comminata ad Ivano Russo, reo di aver sminuito il rapporto con Sabrina e la sua gelosia per proteggerla.

Il giorno successivo alla condanna per depistaggio, Michele Misseri ha scritto una lettera a Barbara D’Urso che la conduttrice ha letto a ‘Pomeriggio Cinque’. In questa l’uomo continua a dichiararsi colpevole e a scagionare Sabrina e Cosima: “Penso sempre alla mia famiglia, a mia moglie Cosima e a mia figlia Sabrina condannate al mio posto. Ho scritto loro delle lettere in carcere ma non mi hanno mai risposto. Mi vogliono punire perché sono in carcere da innocenti”. Nella lettera Misseri aggiunge di aver più volte ribadito la sua colpevolezza ai magistrati, ma questi non gli hanno mai voluto credere.

Sarah Scazzi