Home News Bologna, il caso della supporter di Salvini: “Quando esco porto la pistola…”

Bologna, il caso della supporter di Salvini: “Quando esco porto la pistola…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:35
CONDIVIDI

Fa discutere la denuncia di Anna Rita Biagini, residente al Pilastro, che ha indicato al leader della Lega i problemi più gravi del quartiere di Bologna. 

“Io la sera, quando esco a portare il cane, tengo sempre la pistola in tasca”: questa la rivelazione choc di una signora bolognese, Anna Rita Biagini, 60anni, residente al Pilastro. Ieri, a pochi giorni dal voto in Emilia Romagna, la donna ha accompagnato il leader leghista Matteo Salvini per le strade di uno dei quartieri più difficili della periferia di Bologna e rilasciando alcune dichiarazioni inedite – e per certi versi sconcertanti.

Leggi anche –> Pilastro: danneggiata l’auto del compagno della fan di Salvini

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La denuncia dalla periferia “difficile” di Bologna

La signora Biagini ha raccontato di un quartiere dove droga, sporcizia, delinquenza, degrado regnano sovrani, a tutti i livelli. “Io vivo qui da trent’anni – ha spiegato a Salvini la residente del Pilastro – e le cose negli ultimi tempi sono solo peggiorate. Tutti sanno quello che succede ma nessuno parla, ho spesso denunciato queste cose alle forze dell’ordine”.

Con l’occasione, la 60enne ha consegnato al leader del Carroccio un dossier con foto e segnalazioni fatte in zona contro i pusher. “Chiedo semplicemente di poter uscire di casa tranquillamente e qui da un po’ non mi sento sicura – ha detto -. La sera quando porto il cane a fare una passeggiata ho una pistola in tasca, è regolarmente denunciata. Mi spiace ma è così”.

Mentre Salvini ascoltava indignato, la signora Biagini ha anche raccontato la sua storia personale: “Mio figlio è morto di overdose a trent’anni, per questo combatto lo spaccio. In realtà lui era malato di Sla e purtroppo era tossicodipendente. Quando le suoi condizioni erano peggiorate ha deciso di farla finita e lo ha fatto nel modo che conosceva, facendosi una dose letale”.

Proprio per questo la 60enne ha iniziato la sua lotta contro la droga, nonostante le continue minacce ricevute: “Ho visto questa zona peggiorare nel tempo. E quello che mi dispiace è che dal presidente di quartiere mi sento dire che invece qui le cose vanno bene, ma non vanno bene per niente. Per questo apprezzo Salvini, mi è sembrato che su questi problemi abbia le idee chiare e mi convince. Qui da tempo ci promettono una nuova caserma dei carabinieri, ma rimandano sempre”.

Il leader della Lega le ha infine promesso che tornerà a trovarla. “Credo non ci sia nulla di strano in quello che chiede questa signora. Il Pilastro e tante altre periferie chiedono sicurezza, per questo vogliamo vincere in Emilia-Romagna e poi tornare a governare l’Italia”.

Leggi anche –> Salvini | Parla il ragazzo al citofono: “Ho 17 anni e vado a scuola, non spaccio”

Leggi anche –> Elezioni Emilia Romagna | Mihajlovic tifa Salvini | “Fidatevi di lui”

EDS